Ai microfoni di Radio Punto Nuovo è intervenuto Luca Leone, direttore sportivo della Ternana, riguardo la ripresa della Serie C. "L'importante è ripartire anche se non è piacevole e bella senza tifosi, il segnale però essendo il primo è importante. Speriamo che tutto migliori ed il calcio possa tornare quello che conosciamo tutti. Noi avevamo preventivato almeno 40 giorni di allenamenti collettivi prima di una partita, non è una preparazione estiva organizzando amichevoli ma noi dovremmo fare un ritiro per poi fare una partita a cento all'ora. E' una preparazione diversa e non è mai stata provata, viviamo tutti nell'incertezza. Costi del protocolli? Ci sono tanti modi di fare calcio e trovare il modo di spendere meno o di più, chiunque voglia aprire un'attività deve mettere mano al portafoglio. Se una squadra non è in grado di sostenerli è inutile fare calcio. C'è un campionato da terminare ed è giusto terminarlo, se invece si vuole farlo a tavolino ci saranno invece molti contenziosi. Se ci sono problemi per fare un protocollo ci saranno problemi ancora più gravi per la prossima stagione. Bisogna trovare una soluzione per il futuro, adesso si devono mettere le basi cercando quest'anno di evitare meno contenziosi possibili. Il calcio dei tribunali non piace a nessuno". 

Sezione: News / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 18:59
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print