Il vicepresidente della Lega Pro, Jacopo Tognon, ha parlato del futuro della Serie C, tra riforme e altro, ai microfoni di Catanista il Talk: “Quando verranno scontate le penalizzazioni? Vale il principio dell’afflittività, dove sono afflittive si applicano. Se la stagione si può proseguire verranno applicate in questa, altrimenti si vedrà”.

Sulle proposte del Direttivo: “Le proposte che sono venute fuori nelle ultime ore riguardano purtroppo una non notizia perché c’è un Consiglio federale che ha dettato le linee guida per la prosecuzione del campionato, secondo una serie di dettami compreso il protocollo sanitario che dobbiamo applicare anche noi. A queste linee guida bisogna attenersi. Se si può continuare bene, se non si può terminare si opta per una formula ridotta con esiti sportivi che i Consiglio può determinare anche con playoff o playout. Se una squadra può tirarsi indietro e non disputare i playoff? E’ una decisione che spetterà al Consiglio federale. Se c’è qualcuno che non vuole partecipare i casi sono due: o si fanno in formula ridotta oppure si fa la formula piena e la squadra viene sostituita”.

Sulla riforma della Serie B: “C’è una normativa inserita nel decreto rilancio che consente il cambio di format con poteri alla FIGC. Che poi questo si concretizzi diventa difficile. Credo che si possano mettere le basi per una riforma che entrerà in vigore nella stagione 2021/22, non per la stagione prossima. Poi credo che la C per come la conosciamo rimarrà: il discorso del semiprofessionismo non dipende da noi.”

Sezione: News / Data: Gio 28 maggio 2020 alle 14:00
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print