Primavera - Una Ternana tutta grinta blocca sul 2-2 il Foggia

 di Alessandro Laureti  articolo letto 487 volte
Primavera - Una Ternana tutta grinta blocca sul 2-2 il Foggia

TERNANA-FOGGIA 2-2


TERNANA (4-2-3-1): Vitali; Pinsaglia, Mazzarani, Tinti, Trovato; Mennini, Buono; Filipponi, Coia (1’ st Sicari), Nesta; Gargano. (Luciani, Testa, Amato, Conti, Mignone, De Nicola, Locci, Barbetta, Ortolani, Antonelli, Nardi). All. Mariani.

FOGGIA (4-3-3): Sarri; Cascione, Pertosa, Betti, Caruso; Amabile (17’ st Schena), Vallario, De Cristofaro; Cavallini (28’ st Laoriola), Sorgente (17’ st De Filippo), Antonelli. (Lanzetta, Rubino, Amatulli, Cantavenera, Sarcinelli, Francioso, Visati, Sprecacè). All. Pavone

ARBITRO: Fiorini di Frosinone.

MARCATORI: 8’ pt De Cristofaro (F); 16’ st e 34’ Filipponi su rigore (T), 32’ st Schena (F).

NOTE: Espulsi: al 27’ pt Buono (T) per doppia ammonizione (comportamento non regolamentare e gioco falloso), al 9’ st il preparatore atletico Garofalo (T) per proteste e al 40’ st De Cristofaro per doppia ammonizione (gioco falloso). Ammoniti: Caruso (F), Trovato (T) , Pinsaglia (T), Schena (F) per gioco falloso.

Gol, spettacolo espulsioni ed una bella Ternana nel match del campionato di Primavera che ha visto i rossoverdi ospitare il Foggia. Partita avvincente che si chiude sul 2-2 con la squadra di Mariani capace per ben due volte di agguantare il pareggio.

Avvio da incubo per i padroni di casa che vanno sotto all'8' con un gol di De Cristofaro favorito da una grossa ingenuità di Vitali. Come se non bastasse la Ternana si ritrova in 10 al 27' per l'espulsione di Buono (somma di ammonizioni). Primo tempo tutto foggiano con i rossoverdi costretti a subire la superiorità degli avversari.

All'intervallo il presidente della Ternana Stefano Ranucci presente alla partita scende negli spogliatoi. All'uscita già la prima novità: Schena per Coia. Alla ripresa del gioco la seconda: una Ternana tutta grinta e gioco. Il pareggio arriva puntuale al 16' con Filipponi freddo dagli unidici metri nello spiazzare Sarri. Però il Foggia è squadra viva così come Vitali è portiere di qualità e lo dimostra in due occasioni negando il gol agli ospiti. Però non può nulla al 32' sulla ribattuta da due passi di Schena. Ternana ko? Nemmeno per idea. La squadra di Mariani si riversa nella metà campo dei pugliesi e pareggia al 42' sempre con Filipponi e sempre su rigore. Prima della fine doppio giallo anche per De Cristofaro e Foggia in 10. Pareggio di carattere per la Ternana e al triplice fischio inevitabili i complimenti, nello spogliatoio, del presidente Ranucci.