Sogno o Rimpianto?

 di Massimo Minciarelli  articolo letto 1348 volte
Sogno o Rimpianto?

Non riesco sinceramente a capire se sia meglio rallegrarsi per il rendimento espresso dalla Ternana dopo l'avvento al timone di Fabio Liverani o, al contrario, incazzarsi come bestie per tutto il tempo che è stato buttato via prima...
Il fatto è che se mi concentro sulle ultime sette partite, nel corso delle quali sono stati raggranellati ben13 punti (autentica media da play off) non posso che essere soddisfatto per come si stiano comportando i rossoverdi.
Niente di eccezionale, per carità, ma se non altro è stato riconquistato, ovvero acquisito (non è mai troppo tardi) un aspetto di squadra di categoria, fatta di ragazzi che tirano tutti dalla stessa parte, che ci mettono voglia e combattività e che, alla fine, riescono a portare a casa il risultato.
Vedi Chiavari.
Nel contempo continuo a pensare che Fabio Liverani non sia Josè Mourinho, ma solo un normale allenatore che sa dove sta di casa il gioco del calcio, se non altro per averlo praticato ad alti livelli; un mister che conosce i segreti dello spogliatoio e che sa toccare le corde giuste nelle capocce dei giocatori.
E accidenti al fatto che abbia giocato pure a Perugia!
Sono sicuro che i tifosi della Ternana in caso di salvezza saranno disposti a perdonarlo per cotanto sgarbo!
Penso anche che la Ternana si debba giocare le ultime 6 carte del mazzo con lo stesso cipiglio e con la stessa voglia espressi ultimamente, anche se l' impresa continua ad essere disperata, al limite dell'impossibile.
Nel campionato di Serie B infatti può succedere di tutto; anche che la terzultima in classifica batta la seconda... Ogni riferimento alla partita di sabato prossimo contro il Frosinone non è puramente casuale...
Quindi, dateci dentro ragazzi!
Fin qui l' analisi diciamo positiva della questione.
Ma poi...
Ma poi mi viene inevitabilmente da pensare a quello che sarebbe potuto succedere se soltanto la società di via Aleardi avesse usato quel famoso minimo di buon senso mai utilizzato nel corso di questi 14 anni di "Medio Evo Longariniano" e, soprattutto, durante questa poco fausta stagione!
Certo, gli occulti progetti che regolano le astruse sinergie della proprietà sfuggono a noi comuni mortali; al pari degli insondabili contatti intrattenuti con il resto del mondo pallonaro...
Di conseguenza non ci sarà mai dato di sapere il perché del curioso esonero di Panucci, al di là delle dichiarazioni di facciata rese dal Presidente e, soprattutto, il motivo dell'ingaggio di quel Benny Carbone del quale rimarranno ignoti in eterno sia la giustificazione del suo arrivo a Terni, che il nome dell'effettivo regista di questa sceneggiata.
Quanto a Carmine Gautieri, beh... Sulla carta sembrava la scelta giusta, diciamocelo apertamente.
Credo che nessuno dei residui tifosi rossoverdi abbia storto il naso alla notizia dell'ingaggio del ex allenatore della Virtus Lanciano.
Poi però (e purtroppo) la cruda realtà ci ha raccontato a tinte fosche le vicende e soprattutto le scelte cervellotiche e i conseguenti "calcicidi" commessi da un tecnico assolutamente inadatto alla causa della Ternana.
E infatti si sono visti i risultati...
Ordunque, non so sinceramente se la Ternana ce la farà a salvarsi.
Da buon tifoso me lo auguro di tutto cuore, ma rimango convinto che si tratti veramente della scalata dell'Everest senza bombole d'ossigeno...
E,  ammesso e non concesso che questa "mission impossible" non vada a buon fine (tocco ferro e quant'altro...), cosa rimarrebbe, dunque, dentro i fin troppo provati ventricoli del mio cuore rossoverde...?
Solo tanto, ma tanto...ma tanto RIMPIANTO!
Rimpianto per quello che sarebbe potuto essere e che invece non è stato... ovvero  - per meglio dire - che potrebbe non essere...
Ma ora, ribadendo un concetto già espresso nel corso del mio ultimo editoriale, non è tempo nè di previsioni, nè , tantomeno, di processi...
Per questi, in dannatissima ipotesi, ci sarà eventualmente tempo e luogo al momento opportuno.
Ed io, nel caso, già avanzo la mia candidatura a Pubblico Ministero, preannunciando sin d' ora un mio personalissimo " j' accuse ", stile Emile Zola, contro i nemici della "verità e della giustizia" colpevoli di aver infangato il buon nome della Ternana Calcio...
Lasciatemi ora proferire qualche parola finale per rivolgere l'ormai consueto, sentito appello a tutti i tifosi, affinché, superando gli steccati, le antipatie, le diatribe, le liti interne, le questioni di leadership, quelle politiche e anche le mogli che non vogliono che i mariti vadano allo stadio, eccetera...dicevo... affinché i tifosi in questo momento così  determinante del campionato si ricompattino, tornando non dico ad affollare gli spalti del Libero Liberati, ma almeno accorrendo in buon numero allo stadio per sostenere questa squadra che - se qualcuno se lo fosse scordato - si chiama ancora Ternana, indossa ancora i colori rossoverdi e, per come si sta comportando, merita tutto l'appoggio e il calore possibile da parte delle genti ternane.
Quindi, in conclusione (e per il momento) mi sento di lanciare un solo accorato grido:
Forza ragazzi! Forza mister!
Provate a regalarci un SOGNO !