IANNARILLI 6,5 Praticamente spettatore, salvo 10 minuti nel primo tempo quando la Ternana subisce il Catania e lui d’istinto salva la palla del potenziale 2-2, su Sarao, consentendo alla Ternana di rimanere in vantaggio. Rimane concentrato anche nel secondo tempo su Di Piazza, sventando così un altro attacco rossoazzurro
DEFENDI 7 la sua spinta sulla destra si fa sentire eccome: determinante sia in fase difensiva che in fase offensiva e il gol (con deviazione) è soltanto un premio agli innumerevoli sgroppate. E poi arriva anche l’assist per il 5-1
BOBEN 6 ci arriva sempre, con le buone ma soprattutto con le cattive. Per questo rischia un po’ troppo alla fine del primo tempo. E comunque sul gol del 2-1, non riesce ad anticipare Sarao
KONTEK 6,5 sempre attento e preciso, in grado di tenere alta la difesa della Ternana, soprattutto nel primo tempo. Le uniche sbavature sono in fase di impostazione
MAMMARELLA 7,5 pronti via si presenta con un gol strepitoso, che mette la Ternana nelle condizioni di poter giocare una partita, almeno inizialmente, in discesa. Ma il gesto tecnico non solo è superlativo ma non è neanche isolato. Bentornato Re Carlo (54’ FRASCATORE 6 giusto far rifiatare Mammarella, soprattutto se serve forza e prepotenza sulla fascia. La Ternana con il cambio di sistema di gioco si stabilizza, e il suo apporto si sente. La differenza del voto con Mammarella è tutta nel gol!)
PAGHERA 7 un motorino in mezzo al campo, si sdoppia sempre nel suo lavoro, lo trovi ovunque, in attacco e in difesa. Dici Catania e vede il gol. Approfitta di un rimpallo in area e diventa il 18esimo marcatore stagionale rossoverde. Premio meritato. Paga, anche lui, la legge del cartellino, fuori al 45esimo per il giallo (dal 46’ DAMIAN 7 si presenta in campo per rompere le trame di gioco del Catania e toglie un pallone pericolosissimo dai piedi di Di Piazza, dopo una ventina di minuti chiude la pratica con un gol fantastico, da videogioco)
SALZANO 6 torna in mezzo, cerca di dare geometrie alla manovra. Spesso aggredito dagli avversari non trova sempre il passo giusto per poter far sviluppare la manovra come vorrebbe. Ma da centrocampista non perde le sue certezze
PARTIPILO 6,5 meno presente del solito, ma non per questo meno efficace. Gioca meno palloni del solito ma con grandissima qualità. Quando la Ternana passa da lui riesce sempre ad essere pericoloso (dal 68’ PERALTA 6 se proprio dobbiamo trovargli un difetto è che stavolta non è riuscito ad incidere, come suo solito)
FALLETTI 6,5 prova a sgusciare, a farsi vedere fra le linee, cerca la giocata o il tiro. Favorisce il gol di Mammarella, prova dialoghi con Furlan e Partipilo. Incide sempre ma con meno frequenza (dal 75’ TORROMINO sv entra e la Ternana va subito 5-1: come minimo porta fortuna!)
FURLAN 6 degli attaccanti quello meno in vista e soprattutto soffre in fase difensiva la spinta di Calapai. Sul gol segnato dal Catania, era in zona Sarao (54’ SUAGHER 6,5 a livello tattico è la mossa che regala stabilità alla Ternana. Lui, nello specifico, non deve fare molto di più a quello che ci siamo abituati a vedere. Concretezza e solidità)
VANTAGGIATO 7,5 ha voglia di divertirsi e si vede. Prova un paio di conclusioni (una in fuorigioco nel primo tempo), punto di riferimento in avanti, porta via sempre due difensori. E giocando, dalla mezz’ora in poi, un uno contro uno a tutto il campo è determinante nello sviluppo della manovra offensiva della Ternana. Fallisce il gol del 4-1: forse l’unico errore della partita, poi si fa perdonare con il gol del 5-1. E’ sempre lì, sempre in area di rigore. E quando il pallone arriva sa benissimo cosa ci deve fare.

Sezione: Pagelle / Data: Mer 17 febbraio 2021 alle 17:00
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print