Prima sconfitta stagionale della Ternana contro il Catanzaro. Cristiano Lucarelli ha cosi parlato nel dopo gara: "E' una sconfitta che deve far capire a tutti che il campionato è tutto da giocare".

Ternana poco incisiva sin dall'inizio: "La sconfitta è meritata, siamo stati molli. Loro ci credevano più di noi e gli va riconosciuto. Se ti segna uno di 1.70 su calcio d'angolo significa che ci credevano più di noi".

Nei primi 25' la squadra sembrava essere padrona del campo: "Si, ma senza troppa convinzione. Siamo arrivati al limite dell'area col vento a favore e non abbiamo calciato in porta. Cesar è caduto da solo 2 contro 2. E' una giornata che nel calcio accadono. Non bisogna drammatizzare, bisogna far si che diventi una giornata che ci ricordi che ogni tanto perdere ti da un momento di riflessione nel capire che questo campionato va ancora giocato e sudato. Questo ci può servire perchè nel calcio non si può dare mai di scontato niente".

Dove ha perso la Ternana questa partita: "Abbiamo trovato un avversario disposto a tutto, come ci aspettavamo. Bisogna riconoscere i meriti agli avversari che non hanno mai tirato in porta ma ci hanno creduto. Noi abbiamo tirato di meno. Non ricordo una parata di nessuno dei due portieri. Poteva finire in pareggio, ma loro ci hanno creduto e hanno vinto senza rubare niente. Un loro dirigente ha detto che per loro la partita era oggi, mi auguro che possa esserlo anche quella di mercoledì".

Cosa hai pensato quando abbiamo pareggiato: "Speravo che potesse essere lo scrollone della partita, ma poi sul piazzato successivo abbiamo preso gol. Non mi sono nemmeno agitato, so riconoscere una giornata storta. Sull'episodio la puoi anche pareggiare, ma onestamente oggi noi non siamo stati nemmeno lontano parenti di quello che siamo stati nelle altre partite. Può essere anche una questione psicologica, una partita dove sbagli tutto, io per primo, e perdi la partita. Non va fatto un dramma per una sconfitta, c'è da capire i motivi che ci hanno portato ad essere meno cattivi rispetto ai nostri avversari".

E' più una questione di atteggiamento: "Oggi è stata completamente una giornata no, sia dal punto di vista della partita e di scelte. Oggi c'è stato di tutto. Potevamo giocare fino alle 11 di stasera, è una giornata che ogni tanto succedono che va cosi. Ci servirà a noi per il proseguo".

Che espressioni ha letto negli occhi dei giocatori: "Vedremo, non ho la sfera magica. Potrò rispondere alla fine della prossima partita. Potrebbe essere stata una sconfitta anche liberatoria. I ragazzi erano dispiaciuti. Abbiamo perso contro una squadra forza che non ha avuto continuità di risultati. Era sorprendente vedere che una squadra cosi forte non potesse avere continuità di rendimento. La sconfitta di oggi è brutta per la prestazione che non c'è stata, ma lo dico senza polemica. Sbagli appoggi e passaggi, tutte le scelte. Meglio che sia successo tutto insieme. Nessuno si salva, compreso me ed il mio staff, ho visto cose che non avevo mai visto".

Sulla chiave tattica del match: "C'è stata anche qualche lettura tattica che non abbiamo fatto bene, ma oggi il nostro atteggiamento ha dato coraggio all'avversario. Non ci hanno visto in palla e hanno avuto una grande iniezione di fiducia".

Preferirebbe giocare subito con la Cavese: "Vorremmo giocare subito, ma sappiamo che sarà difficile con troppi giocatori positivi al Covid".

Ternana arbitro del proprio destino: "No, perchè in campo non si va da soli. Non possiamo giocare 11 contro 0 si, ma non è cosi. Si sta sbagliando valutazione e da un pò di tempo. Si va dietro al Bayern, al Barcellona e al Santos. Ho provato a tenere tutti dentro per il carrarmato ma non ci sono riuscito. Non parlare dei record ci aiuterà un pò. Questo campionato lo conosco bene. Finalmente ritorniamo a parlare dell'avversario che andremo ad affrontare di partita in partita".

Ora il Francavilla: "Sarà per noi una partita importante. Dovremo ritrovare quella fluidità che ci ha contraddistinto fino ad oggi".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 17:23
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print