Up & down. Contro il Trapani bene i mediani, difesa da rivedere

 di Alessandro Laureti  articolo letto 2248 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Up & down. Contro il Trapani bene i mediani, difesa da rivedere

Up

Plizzari – Il salto nei professionisti non sembra avergli creato il minimo problema. Guida la difesa e si fa trovare pronto in ogni circostanza.

Valjent – Subito pronto all’uso. Probabilmente un guaio muscolare dietro la decisione dell’allenatore di toglierlo a metà del primo tempo.

Paolucci – Regista davanti alla difesa classico. Sempre pronto ad aiutare i centrali, soprattutto quando con l’uscita di Valjent la squadra passa a 4 dietro. Punto di riferimento per i compagni del centrocampo. Non disdice qualche bella gioca come un sombrero ai danni di un avversario.

Defendi – E’ il capitano in assenza di Meccariello. Fa la mezzala sinistra. Parte bene tanto che trova in Favalli un buon partner. Si spegne con il passare del primo tempo. Sua la palla gol più importante della partita per la Ternana. 

Tiscione – Ha visione di gioco, difende palla e non disdegna la conclusione a porta.

 

Down

 

Signorini – Sbaglia la diagonale sul cambio di campo e concede a Ferretti l’occasione più importante del primo tempo. Nella ripresa salva il risultato con un intervento in scivolata.

Marino – Fino a quando c’è in campo Valjent gioca a buoni livelli. Con l’uscita dello slovacco soffre come il suo compagno di reparto. 

Sernicola – A differenza del suo collega Favalli non entra mai nel vivo della manovra. Spesso si fa trovare coperto. Con l’uscita di Valjent è passato in difesa e non si è più visto.

Ferretti – Prende il posto di Sernicola. In attacco si vede una sola volta. Timido, troppo.

Favalli – Spinge più di Sernicola ma i suoi cross non fruttano nulla in attacco. Di contro le occasioni più pericolose del Trapani arrivano dalla sua zona di competenza. 

Varone – Tanta corsa e buona volontà ma a tratti sembra girare a vuoto. Può soltanto crescere.

Albadoro – Fa bene la punta di raccordo peccato che sia lui il punto di riferimento in avanti. Morale della favola in area di rigore non c’è mai. Ha però un’occasione: colpo di testa sugli sviluppi di un corner. 

Carretta – Corre su e giù per la fascia destra. Mostra di avere colpi ma contro il Trapani sono tutti a salve.