Ternana-Catania, le pagelle: Furlan, Partipilo e Paghera affettano il Catania. Parodi e Suagher: distrazioni che potevano pesare

06.10.2019 17:11 di Ternananews Redazione   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Ternana-Catania, le pagelle: Furlan, Partipilo e Paghera affettano il Catania. Parodi e Suagher: distrazioni che potevano pesare

IANNARILLI 7 le sue manone sono indispensabili sia nel primo tempo (su Mazzarani, subito dopo lo 0-1) sia su Di Piazza nel secondo tempo. In mezzo un’uscita sbagliata che non ha conseguenze. Se la Ternana riesce a scrollarsi di dosso la paura nelle poche circostanze in cui il Catania si rende veramente pericoloso, lo deve anche a lui
PARODI 5,5 in fase di spinta non si discute, è un motorino inesauribile, che riesce sempre a portare il pallone oltre la metà campo avversaria e trovare, fra sovrapposizioni e cross, sempre delle soluzioni intelligenti per i compagni. Sempre molto aggressivo in marcatura, ma subito dopo il gol dello 0-1 però lascia correre ancora una volta Mazzarani e deve ringraziare Iannarilli e nel secondo tempo non riesce a fermare Di Piazza nel gol del 3-2, quasi dimenticato da Suagher
SUAGHER 5,5 la coppia centrale con Bergamelli costituisce una garanzia di solidità e cattiveria indispensabili. Per vie centrali la Ternana non soffre praticamente mai, anche se gli ultimi minuti di sofferenza, derivati dal gol di Di Piazza, sono anche sua responsabilità, visto che il numero 9 catanese è proprio a metà strada fra lui e Parodi.
BERGAMELLI 6,5 tonico, cattivo il giusto, deciso. Dalle sue parti non si passa. Aiuta Mammarella in copertura e sfiora il gol in avvio di partita.
MAMMARELLA 6 soffre tremendamente la fisicità di DI Molfetta, soprattutto nel primo tempo, complice anche una mancata copertura preventiva da parte della mazz’ala davanti a lui. Se la cava spesso di mestiere (e la Ternana di reparto). E soprattutto rinunciare alla sua qualità nella fase di costruzione della manovra e nei calci piazzati è impossibile.
SALZANO 6 partita ordinata, senza mettersi troppo in mostra, viste le sue qualità che ha sempre mostrato. Questo non significa che abbia giocato male, ma stavolta, hanno inciso più altri di lui. Anche perché quando accende il motore si vede che gira a velocità diversa
PALUMBO 5,5 partita ordinata, senza particolari guizzi. Un paio di tentativi alla distanza, ma stavolta le consegne erano quelle di schermare il più possibile i due difensori centrali e far circolare il pallone.  Forse rende meglio da mezz’ala, ma con la sua qualità e personalità può interpretare bene anche il lavoro da regista. Espulso per doppia ammonizione nel finale, mancherà la prossima a Bari e mette nei guai Gallo che non avrà nemmeno Proietti a disposizione.
PAGHERA 7,5 una partita da assaltatore senza dimenticare di mordere le caviglie di tutti gli avversari. Grande, grandissima, sostanza abbinata a un grado di pericolosità altissimo: almeno due palle gol grazie ai suoi inserimenti e un gol bellissimo da vedere e rivedere non soltanto per la conclusione ma anche per l’azione che lo ha portato al tiro (dal 64’ DAMIAN 6,5 entra in campo per la mezz’ora finale, con il risultato ampiamente in mano alla Ternana. Continua il lavoro di Paghera: contenimento ed incursioni, sfiorando il gol con un buon tiro parato)
FURLAN 7,5 quando è in giornata è letteralmente imprendibile. E’ una delle travi su cui la Ternana poggia per costruire il successo contro il Catania. Sempre pericoloso, sempre con un’idea. Scivola sempre sulla destra, naturalmente, ma ormai questo è chiaro e la squadra lo asseconda tatticamente e lui diventa devastante. Suo il cross dell’1-1, suo l’assist del 2-1, suo il corner del 3-1. E queste sono solo le cose più evidenti. Devastante (dal 69’ CELLI 6 si piazza dietro per dare più solidità alla Ternana. Missione compiuta, salvo i 5 minuti finali, che però non dipendono da lui)
FERRANTE 6,5 il suo voto non può che essere una media fra la partita che ha giocato, trovandosi spesso al posto giusto e al momento giusto e la mancata mira nelle occasioni più importanti che non è riuscito a capitalizzare. Ma un attaccante cosi è prezioso, preziosissimo. Fa la guerra con tutti i suoi avversari, si fa trovare pronto e apre gli spazi agli avversari. Una volta sistemata la mira (o la fortuna…) diventa da categoria superiore (dal 76’ VANTAGGIATO 6 in campo per far rifiatare chi oggi ha iniziato dal primo minuto. Non riesce a rendersi pericoloso, ma trova una Ternana meno aggressiva in avanti)
PARTIPILO 7,5 una partita gigantesca del folletto rossoverde. E’ il più pericoloso della Ternana, meriterebbe certamente il gol per tutto il lavoro fatto con grandissima intensità e moltissima qualità. Ci prova in tutti i modi mostrando di “sentire” la porta e non dimenticando mai l’assistenza ai compagni. Un incubo per i difensori del Catania (DAL 76’ MARILUNGO 6 vale lo stesso identico discorso di Vantaggiato: avrebbe voglia di spaccare il mondo, ma non ne ha l’opportunità)