Stefano Bandecchi torna sulla vicenda dello sciacquone rotto da un calciatore rossoverde in occasione della partita di mercoledì a Lentini. Il presidente della Ternana lo ha fatto nel suo stile, ovvero con un video su Instagram.

"Riguardo alla multa da 500 euro che la Lega ha voluto farci voglio spiegare bene i fatti a tutti. Un mio calciatore, persona educata e di grande rispetto per gli altri è andato in bagno. Dopo ha tirato lo sciacquone cosa che lui ha fatto in maniera corretta ed educata. La cassetta però, evidentemente instabile è venuta giù. Lui l'ha messa di lato ed ha detto subito cosa era successo. Il vice presidente Tagliavento si è subito affrettato a dire che qualsiasi fosse stato il danno lo avremmo rimesso a posto. Sembrava tutto normale. Invece poi qualcuno che ama diventare famoso ha dovuto intentare un casino clamoroso facendo diventare la Ternana una squadra di persone non educate. Io chiedo scusa e sono disponibile anche a rifarlo tutto lo stadio di Lentini se lo abbiamo rovinato. I miei ragazzi se si permettessero di fare danni li pagherebbero loro. Chiedo scusa a tutti, in primis ai tifosi del Catania che sono stati male informati. A questo punto colgo l'occasione per fare un plauso alla squadra del Potenza. Mi è molto piaciuto il loro gesto quando sono venuti a Terni. Hanno pulito lo spogliatoio lasciandolo in ordine. Uno stile, una classe unica. Ringrazio tutto il Potenza. Mi dispiace fare queste figure brutte solo perché uno dei miei ragazzi ha usato correttamente uno sciacquone si è rotto. Siccome lo sapete io dopo un po' m'incazzo e dico anche delle cazzate quindi vi saluto". 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Stefano Bandecchi (@bandecchistefano) in data: 23 Ott 2020 alle ore 12:56 PDT

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 11:58 / Fonte: Instagram
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print