1. La Ternana c’è

Abbiamo imparato che la Ternana c’è. Due vittorie nelle prime due partite del 2020. La Ternana ha iniziato nel modo migliore il nuovo anno. E lo ha fatto strappando applausi. Peccato il successo nel finale della Reggina perché ormai tutti al Liberati ci avevano fatto la bocca con il -7 della capolista. Peccato dicevamo. Sarà per la prossima volta. Speriamo. Mercoledì c’è il Rieti sempre in casa e la Ternana non può abbassare la guardia.

2. E’ il Bari l’altro avversario della Ternana

Abbiamo imparato che anche il Bari è una squadra sulla quale la Ternana dovrà fare la corsa. Posto che la Reggina non ha perso punti per la seconda partita di fila i rossoverdi sono costretti a guardarsi intorno. In primis dal Bari con il quale condividono la seconda piazza. A scontri diretti la formazione pugliese è in vantaggio ma c’è ancora da giocare la sfida di ritorno al Liberati. Intanto alle loro spalle Potenza e Monopoli sono a 3 punti.

3. Vantaggiato è l’uomo del momento

Abbiamo imparato che Daniele Vantaggiato è l’uomo del momento. C’è poco da girarci intorno. Il centravanti rossoverde ha segnato il secondo gol consecutivo. Se quello di Potenza ha fruttato da solo i 3 punti, quello di ieri ha contribuito eccome al successo. E’ stato fondamentale perché ha sbloccato il match. Tra l’altro un gol di pregevole fattura. Non giocava titolare dal match casalingo contro la Reggina (25 settembre). Quasi un girone fa. Ed è cambiato tanto da quel giorno. La riprova è stato l’abbraccio con Fabio Gallo nel momento della sostituzione.

4. Gol subito, una piaga

Abbiamo imparato che anche contro avversari modesti la Ternana riesce nell’impresa di subire gol. Dover recuperare il pallone dalla propria porta per i rossoverdi è diventato una tassa da pagare quasi ogni giornata. Era andata bene contro il Potenza, stava per ripetersi contro il Rende. Ma così non è stato. Questa volta il gol è arrivato su calcio di rigore ma prima, la squadra di Tricarico ha avuto due nitide palle gol per segnare. Entrambe figlie di errori della difesa rossoverde. Se è vero che la Ternana ha ritrovato la vena realizzativa è altrettanto vero che continuano a non migliorare in fase difensiva.

5. Mammarella si è sbloccato

Abbiamo imparato che il 2020 ha portato in dote oltre ad un rinvigorito Vantaggiato anche un Carlo Mammarella finalmente decisivo. Il terzino mancino della Ternana ha segnato il suo primo gol in maglia rossoverde. Ci ha messo un girone per riuscirci. Precisa la conclusione a giro sopra la barriera e sotto la traversa per il 3-0 momentaneo sul Rende. Un gol che deve dare fiducia a tutti. La Ternana ha bisogno e tanto dei suoi specialisti se vuole contendere al Bari la seconda posizione in classifica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 20 Gennaio 2020 alle 08:00
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print