Notte Rossoverde – Romeo Papini: “Se la Ternana batterà la Giana poi le vincerà tutte”

16.04.2019 20:30 di Ternananews Redazione   Vedi letture
Fonte: TeleTerni
© foto di Giovanni Evangelista/TuttoLegaPro.com
Notte Rossoverde – Romeo Papini: “Se la Ternana batterà la Giana poi le vincerà tutte”

“Se la Ternana riuscisse a vincere contro la Giana Erminio poi le vincerà tutte. Sicuramente l’importante è non perdere. Così facendo contro Ravenna e Teramo potrà giocarsela alla pari. Credo che il Monza farà di tutto per vincere la Coppa Italia perché da tanti benefit sulla corsa playoff”: così Romeo Papini, oggi dirigente dell’Asd FerentilloValnerina ospite ieri sera a Notte Rossoverde, il programma condotto da Ivano Mari su TeleTerni.

Come mai la Ternana fatica a vincere considerando che le altre hanno iniziato a farlo?

“Non è facile giudicare stando all’esterno. Da quello che vedo non ci sono problematiche interne perché in campo tutti si aiutano e sembrano uniti. Può essere che sia subentrata un po' di paura considerando che la stagione era iniziata con grandi aspettative e poi ha preso una strada diversa. Ho visto le ultime gare e ora la squadra sta pure bene fisicamente. Ora probabilmente si cerca la giocata più semplice senza prendersi grandi rischi. Di sicuro il problema relativo alla mancanza di vittorie è tutto mentale”.

Bolle in pentola qualcosa d’importante a FerentilloValnerina…

“Il primo maggio faremo un torneo per Under 15 dove ospiteremo Fiorentina, Frosinone, Lazio e Ternana. Si svolgerà tutto in un giorno e sul campo di Arrone. La mattina ci sono le semifinali e il pomeriggio le finali. Saranno tutti ospiti nostri. Sarà una bella giornata di sport e ci auguriamo che oltre agli addetti ai lavori ci sia anche tanta gente perché sarà un bel torneo. Poi come istruttore sarò impegnato nei camp estivi. Insieme a me ci saranno Max Cejas, Salif Dianda, Romano Tozzi Borsoi e Daniele Grillini per quanto riguarda i portieri. Tra i servizi che mettiamo a disposizione c’è anche il servizio navetta da e per Terni. Per me, Dianda e Cejas sarà un’esperienza nuova non avendone mai fatto uno. Sarà un Camp interamente dedicato al calcio”.