33 anni con tanta voglia ancora di dare sempre il massimo per essere all’altezza di una carriera importante in barba a chi a Terni lo ha ignorato o addirittura lo ha collocato ai margini della prima squadra. Questo è Fabio Lucioni che nel Lecce della stagione appena conclusa ha disputato 37 partite di campionato e 2 di Coppa Italia con il Lecce.

Sono stati anni, quelli in rossoverde, contraddittori con un giovane Lucioni in grande evoluzione tecnico-fisica ma con una società che, invece, di tutelare quello che poteva rappresentare un patrimonio lo ha penalizzato con decisioni assurde.
Fabio, però, con il forte carattere che si ritrova ha sofferto in silenzio trovando, però, quelle motivazioni che lo hanno portato prima in serie C a La Spezia fino ad essere protagonista anche in serie A con 44 presenze.

Ne parliamo in queste righe perchè ieri, come riporta la foto, a testimonianza della sua serietà professionale, lo abbiamo visto nel pomeriggio allenarsi al Liberati. Sì, Fabio è venuto a Terni a trovare la mamma che abita a Larviano e ne ha approfittato per un allenamento sul campo del Liberati che lo ha visto protagonista quando era giovanissimo.

Sono venuto a trovare la mamma e ne ho approfittato per calcare il terreno del Liberati che ha sempre il suo fascino. Tra l’altro è un terreno di gioco che tornerò a calcare in campionato con il Lecce visto che ho un altro anno di contratto con la società salentina. A proposito, chiosa Fabio, complimenti alla Ternana per lo straordinario campionato disputato e dominato e con tanti record battuti. Bravissimi tutti, da Lucarelli ed il suo staff, ai giocatori e alla società. Complimenti, vincere un campionato di C è sempre difficile!”.

Sezione: Ternana Time / Data: Mar 01 giugno 2021 alle 19:00 / Fonte: Ternana Time
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print