Quando, con l’uomo in meno, il pari sembrava già un bel risultato, la Ternana ha piazzato il colpo che la rilancia al secondo posto. Sul maldestro omaggio in disimpegno di Panico, Vantaggiato non si è fatto scrupoli a incrociare in porta un destro pesantissimo. Che ha regalato ai rossoverdi un successo nel quale, onestamente, non sembravano più credere. A Potenza, prima di ieri, era passata soltanto la Reggina che ora si è vista rosicchiare tre punti del suo ampio vantaggio. Per la gioia del presidente Bandecchi, scatenato in panchina, che ha anche avuto un diverbio con un membro della Procura federale. L’espulsione di Paghera alla mezzora del secondo tempo ha rischiato di rovinare una partita che la Ternana aveva controllato per larghi tratti. Gallo ha riproposto tra i titolari Iannarilli e Diakité, rinunciando alla difesa a tre. In avanti, la massima qualità possibile (Partipilo dietro Marilungo e Ferrante). Raffaele ha provato a prendergli le misure, aggiungendo un difensore a centrocampo (Silvestri) proprio per schermare tra le linee. Scelta che però non ha pagato, perché la Ternana da trasferta ha il piglio dominante che le ha consentito di conquistare più della metà dei punti lontana dal Liberati. Ioime ha dovuto rispondere prima a Damian (positivo da interno), poi a Partipilo: occasioni costruite sulla fluidità di palleggio e sulla supremazia nel possesso palla. Il Potenza invece si è tenuto in vita con le fiammate: nel primo tempo ci hanno provato Ferri Marini e Murano, senza riuscire a far male. Lo stesso approccio propositivo la Ternana l’ha avuto uscendo dagli spogliatoi, dopo aver riflettuto su uno 0-0 che le stava stretto. Ioime è intervenuto ancora su Damian, mentre Partipilo ha sfiorato il palo.

Il rosso

Con pazienza, Gallo ha iniziato ad attingere alla tanta qualità in panchina: Vantaggiato per dare respiro allo stremato Marilungo, mentre Salzano stava per prendere il posto di Paghera. Ma non ha fatto in tempo, perché l’ex bresciano si è preso il doppio giallo per un fallo a centrocampo e ha messo nei guai i suoi. In undici contro dieci, il Potenza ha provato a vincerla con l’ingresso del solito França, prima di farsi male con le proprie mani. Il gol di Vantaggiato ha gelato il Viviani, rimettendo però le cose a posto: la Ternana avrebbe meritato di vincerla già prima.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Lun 13 gennaio 2020 alle 13:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print