Ternana più forte del Potenza, meritatamente corsara al Viviani, con Vantaggiato che decide, nel Finale un match dominato in lungo e in largo dagli ospiti con il portie re di casa, Ioime, migliore in campo. Tutto ciò a legittimare il secondo posto degli umbri nel ruolo di inseguitori della capolista Reggina. Nell’ultimo quarto d’ora la svolta: in inferiorità numerica per l’espulsione dell'ingenuo Paghera per il quale era già pronta la sostituzione, il tecnico Gallo opera tre cambi per sistemare la squadra mentre il Potenza prova a vincere la partita. Al 42’ st errore di Isgrò davanti alla porta di Iannarilli: gol mancato, gol incassato. La Ternana riparte in contropiede, Panico prova a respingere l’assalto con un intervento di testa in disimpegno ma mette la palla proprio sui piedi di Vantaggiato che, da posizione defilata, trova l'angolo e gela il “Viviani” segnando un gol da applausi.

Successo legittimo per gli ospiti che avrebbero meritato il vantaggio con le occasioni di Damian, Partipilo e Marilungo. Ternana che si conferma travolgente in trasferta (24 punti sui 40) e Potenza che deve rivedere i suoi piani: contro le grandi del campionato (Reggina, Bari, Monopoli e, due volte, Ternana) ha sempre perso.

TENSIONE NEL DOPO GARA. Durissimo litigio del presidente della Ternana, Stefano Bandecchi, a fine partita, davanti agli spogliatoi con un membro della Procura Federale. Il tutto alla presenza di steward, nei pressi della sala stampa, dove per una decina di minuti si è temuta la rissa. Tra i due c’era stato qualche screzio già durante la partita.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Lun 13 gennaio 2020 alle 12:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print