Una testa pensante sbucata quasi dal nulla. Perché la carriera di Luis Alberto Maldonado, primo ecuadoriano dell'era moderna, è approdato in casa Catania dopo un rodaggio intenso in serie D e dopo l'ultima stagione vissuta in C con lo sesso club, l'Arzignano Valchiampo, società vicentina in cui il ventiquattrenne regista ha avuto un ruolo di primattore. Prova ne è il bottino di 30 reti accumulato in quattro stagioni. Nella penultima la squadra è stata promossa in C e Maldonado ha spinto i compagni a suon di gol: ben 13 in 29 incontri disputati.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Gio 15 ottobre 2020 alle 13:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print