Ancora b. Come a Caserta, è la stessa più brillante a illuminare il Bari. Una perla di rara bellezza sotto una pioggia battente. Un destro a giro nel "sette" per espugnare il  bunker del Catanzaro e restare sulla scia della Ternana, ancora avanti di sette lunghezze ma con una partita giocata in più. "Sento parlare troppo del Bari. Ex calciatori, allenatori, direttori che emettono verdetti e danno giudizi sul nostro lavoro. Tutti pronti a dare la colpa a qualcuno o qualcosa. non fa piacere sentire critiche quando si prede. E soprattutto quando le cose non girano non può essere responsabilità di uno solo. La Ternana corre ma noi non molliamo". 

Sezione: Rassegna stampa / Data: Lun 30 novembre 2020 alle 11:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print