IANNARILLI 6 un solo brivido su un tiro da fuori area, un paio di uscite di livello di testa per cercare di anticipare gli avversari, sul rigore non può assolutamente nulla anche se indovina l’angolo. E poi prova anche a cercare il gol nel finale. Generoso

PARODI 6 per il periodo che è stato in campo ha provato a coprire e spingere come al solito. Arginando Costa e proponendosi con continuità. Costretto ad uscire per uno scontro con Iannarilli (NESTA 5,5 entra subito in clima partita e alterna cose straordinarie a errori altrettanto evidenti in fase di appoggio. Sostanzialmente la Ternana riesce sempre a reggere botta, perché poi in qualche modo recupera. Ma anche in fase di spinta è troppo alterno)

DIAKITE’ 7 la solita sicurezza in difesa: Simeri e Antenucci non arrivano mai al tiro e lui si fa superare soltanto una volta (con tunnel) nel primo tempo. Per il resto è invalicabile e nel finale di partita, nonostante l’inferiorità, si piazza davanti a fare il centravanti creando scompiglio nella difesa del Bari

BERGAMELLI 7 Sontuoso. Non sbaglia un’intervento. Ha una sicurezza da veterano qual è. Chiude tutti gli spazi agli attaccanti del Bari e non disdegna l’intervento duro. Meno duro di quelli del Bari, ma certamente più efficace

CELLI 6 intanto speriamo che il suo infortunio non sia grave, anche se costretto ad uscire dal San Nicola in Barella: e pensare che per il suo infortunio non è stato fischiato neanche il fallo. Le sue sgroppate sulla fascia sono mancate (MAMMARELLA 5,5 non è la sua serata migliore soprattutto se da lui ti aspetti una qualità assoluta. E il voto ai margini della sufficienza è dovuto soltanto alla grande fiducia che nutriamo nel nostro capitano. Il suo sinistro, stasera, non era magico: troppe sbavature, nonostante una grande abnegazione difensiva)

VERNA 7 una partita ad alta intensità, soprattutto nella fase finale della partita, quando la stanchezza cominciava a farsi sentire. Sempre nel vivo dell’azione, sempre lucido, sempre pronto a riconquistare la palla.

SALZANO 6 meno incisivo del solito, molti errori in fase di appoggio soprattutto nella fase iniziale della gara. Ma ha il compito non semplice di schermare la difesa. Quando la partita è bloccata non riesce ad accendersi e quindi ad accendere la Ternana. Poi si scioglie e comincia a macinare chilometri e sventagliate.

PALUMBO 6 non è stata la sua miglior partita in rossoverde, premettiamolo. Anzi, vale lo stesso discorso fatto per Mammarella: da giocatori come lui ci aspettiamo sempre qualcosa in più. Ha provato ad accendersi, ma troppo ad intermittenza. Il problema è che questo non doveva incidere sulla sua presenza in campo se non per volontà di Gallo. Semplicemente incredibile la sua espulsione che ha rovinato letteralmente la gara. Marchetti deve spiegarci come è stato possibile tirare fuori il rosso

DEFENDI sv troppo poco tempo in campo: qualche rincorsa all’avversario, poi la mano all’inguine dopo 15 minuti. Costretto ad uscire in una serata stregata per la Ternana (PARTIPILO 6 è l’emblema della Ternana che riesce ad essere bella ma non riesce ad incidere. E’ stato una spina nel fianco della difesa del Bari, ma non è riuscito ad entrare nelle azioni decisive e pericolose. Avrebbe, in qualche circostanza, potuto osare di più. Come nel caso in cui ha chiesto calcio di rigore: ci rimane il forte dubbio che possa essere stato toccato, anche se sembra aver esagerato nella caduta. Ma entrando in area più spesso, avrebbe potuto scatenare altre reazioni del genere)

FERRANTE 6,5 davanti, da solo, si carica l’attacco della Ternana sulle spalle. E sfiora il gol con un bel colpo di testa. Poi viene colpito duramente da Di Cesare ed è costretto ad uscire. A proposito: Palumbo rosso, Di Cesare no... (VANTAGGIATO 7 il migliore in campo della Ternana. E pensare che appena entrato si vede fischiare contro un rigore per un fallo di mano tanto evidente quanto involontario. Non vogliamo aprire polemiche perché purtroppo il regolamento prevede questo: la prossima volta si taglierà - come dice Gasperini - le mani. Poi reagisce da grande attaccante: le occasioni più importanti della partita passano da lui. Prima il gol, poi altri due tiri pericolosissimi uno dei quali costringe Frattali a un miracolo. Ha trascinato la Ternana)

FURLAN 6,5 sempre pericoloso, sempre generoso, fino all’ultimo secondo. Ha provato a sfondare sulla corsia di sinistra, ha cercato cross e dribbling. Cercato il dialogo con Palumbo prima e Mammarella poi. Forse - se Gallo avesse avuto le sostituzioni - avrebbe giocato al massimo prima di uscire. Ha dovuto dosarsi e lo ha fatto nel migliore dei modi

Sezione: Pagelle / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 23:00
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print