IANNARILLI 6,5 non avrebbe potuto nulla sui tiri del primo tempo che, per sua fortuna e della Ternana si stampano su palo e traversa. Nel secondo tempo grande parata sulla punizione che passa sotto la barriera. E ancora una volta non prende gol
DEFENDI sv troppo poco per essere giudicato, costretto ad uscire per un malanno muscolare, la speranza è che non ne abbia per molto tempo (dal 12’ LAVERONE 6,5 entra con una grande voglia: dimostrare che è all’altezza del capitano, uno dei più utilizzati. Si presenta subito con un assist per Vantaggiato, giusto per rompere il ghiaccio. Prosegue con grande abnegazione)
SUAGHER 7 torna titolare, visto l’acciacco di Kontek. Pronti via decisiva la sua deviazione sul primo tiro di Sartore. Poi ringhia sugli attaccanti del Bisceglie. Non sarà elegante come Kontek, ma è altrettanto efficace. E con la cresta rosa prova ad addolcire la sua immagine!
BOBEN 7 con chi lo metti lo metti, la sua partita la porta sempre a casa. E sempre con la consueta solidità e sicurezza. Per sé e per gli altri, come quando va a chiudere gli inevitabili “buchi” di Salzano
MAMMARELLA 6,5 sempre straordinario nel calcio: due o tre lanci da applausi a scena aperta, sempre punto di riferimento della squadra. Prende una botta sul ginocchio, stringe i denti, poi lascia il posto a Salzano. Un peccato perché, proprio ora che Frascatore si è fermato, non ci voleva che si fermasse anche lui (dal 45’ SALZANO 6,5 nell’insolita posizione di terzino sinitro, dove Lucarelli però l’aveva già provato, non molla mai la posizione. Qualche piccolo errore, com’è naturale che sia, ma anche tanta esperienza)
PROIETTI 7,5 per la prima volta il centrocampo senza Palumbo: muscolare e tattico per supportare di fatto le due punte. Primo compito assolto alla grande, ma non disdegna di attaccare. Tanto che va vicino al gol due volte e segna anche il 2-0. Un piccolo calo nella fase centrale della partita, ma prestazione autoritaria, a tutto campo (dal 70’ PALUMBO 6,5 per la prima volta riposa e non gioca dal primo minuto. Poi entra e si piazza come trequartista: una soluzione in più: magari più “difensiva”, come dice Lucarelli, ma sempre con grande qualità. Avrebbe meritato anche il gol)
DAMIAN 7 ogni volta che scende in campo aggiunge un tassello alla sua completezza. Intensità, recupero palloni, aggressione. Senza perdere la lucidità. La diga in mezzo regge e costruisce. E non è affatto sontato
PARTIPILO 7,5 ancora due gol (o uno e mezzo, ma cambia poco) e nella fase in cui la Ternana esprime il meglio di sé c’è sempre Partipilo. Si fa trovare sempre pronto, punta sempre l’avversario, spesso riesce a saltarlo. E’ uno degli uomini in più di questa stagione. E il ruolo di protagonista gli sta proprio a pennello
VANTAGGIATO 8 sta vivendo un periodo d’oro, straordinaria interpretazione del trequartista. A suo modo con fisicità e qualità. E non smette di cercare il gol. Almeno tre grandi occasioni che per questioni di centimetri non riesce a capitalizzare e tante rincorse, da capitano (come è successo nel secondo tempo) per dare sempre l’esempio. E se manca il gol, stavolta, non è un problema
FURLAN 8 ha fatto letteralmente impazzire la difesa del Bisceglie. I due gol di Partipilo, anche senza dover vivisezionare le immagini sul tocco o meno, sono a metà suoi. E come se non bastasse anche un paio di azioni individuali che avrebbero meritato il gol. E come al solito grandi coperture difensive, soprattutto quando entra Salzano, che ne ha bisogno più di altri (dall’80’ TORROMINO sv)
RAICEVIC 6,5 due chanches molto importanti nel primo tempo, che non riesce a sfruttare. E un attaccante della sua qualità almeno una delle due le deve buttare dentro. Ma si fa perdonare con un lavoro egregio per far salire la squadra, di grande sostanza. E di qualità (dal 70’ PAGHERA 6 entra sul 3-0, non c’è bisogno della sua rabbia, stavolta, per ribaltare la partita. Ma per tenerla in totale controllo)

Sezione: Pagelle / Data: Dom 06 dicembre 2020 alle 16:56
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print