Salvatore Miceli è uno dei doppi ex di Ternana-Catania in programma questa sera al Liberati.

Intervistato da TuttoCalcioCatania l'ex centrocampista ha parlato così.

Ternana-Catania, sfida da doppio ex per te.
“A Terni ricordo di avere conquistato l’obiettivo minimo della salvezza ma c’erano problemi societari ed una situazione caotica. Già dopo una settimana mi diedero la fascia di capitano, un manicomio. Ma è acqua passata. Da Catania invece non sarei mai andato via, avevo sottoscritto un contratto triennale. Nonostante la militanza in Lega Pro, parliamo di una piazza a cui sta stretta persino la B. Anche Terni non è una cattiva piazza, ma ce ne vogliono tre di Terni per eguagliare l’importanza di Catania”.

Play Off in assenza di pubblico, quanto può incidere tale aspetto?
“I Play Off normalmente sono un terno al lotto. Mai come in questo caso incide la componente psicologica. E’ una situazione un pò anomala, dove conta soprattutto la testa. Il Catania giocherà fuori casa ma l’approccio mentale si rivelerà di fondamentale importanza e faccio il tifo per la squadra di Lucarelli. Superare l’ostacolo Ternana sarebbe un segnale importantissimo, dando ulteriore morale e motivazioni. Sarà una partita secca con il Catania obbligato a vincere, questo non rappresenta un vantaggio ma mi auguro che i rossazzurri riescano nel colpaccio”.

Clicca QUI per leggere l'intervista intera.

Sezione: News / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 18:00 / Fonte: www.tuttocalciocatania.com
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print