Il Ceo di Studio Assist & Partners, Alessandro Orlandi ha parlato a TuttoC.com del possibile sciopero dell'AIC e quindi il mancato svolgimento della prima giornata di C: “Vedremo come si evolverà la situazione, di certo dalla nostra ottica pro atleti, lo sciopero è motivato. Gli ultimi mesi sono stati davvero pesanti per calciatori e addetti ai lavori; certamente la lista a 22 ha aumentato le preoccupazioni e le difficoltà, creando maggior disoccupazione e incertezza in Serie C”.

Secondo lei lo sciopero rientrerà? E in ogni caso che ripercussioni avrà?
“È un segnale che la categoria dei calciatori deve dare. Comprendiamo l’ottica dei club in termini di ottimizzazione dei costi, ma proprio in questo 2020 già nero, creare maggior disoccupazione e instabilità nel sistema calcio non credo sia la scelta corretta”.

Sezione: News / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 15:00 / Fonte: Tuttoc.com
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print