E’ iniziato il conto alla rovescia di Cosenza-Ternana. Sabato alle ore 14 al “San Vito-Gigi Marulla” le Fere si giocheranno una bella fetta di salvezza. Dopo i due pareggi consecutivi contro Spezia e Palermo la squadra di Roberto Breda è chiamata a vincere. Sulla carta una vera e propria impresa visto e considerato che da queste parti la vittoria in trasferta manca sempre da quel Benevento-Ternana 2-3 del 16 ottobre 2022.

Ma se la Ternana vuole tornare in corsa per la salvezza deve compiere l’impresa anche se rischia concretamente di dover fare a meno di tre elementi per la trasferta di Calabria.

A Cosenza non ci sarà Christian Travaglini infortunato. Inizio di stagione da dimenticare per l’esterno mancino che ancora deve fare il suo esordio in Serie B e alla luce del problema fisico dovrà aspettare ancora un po'.

Se per Travaglini è certa l’assenza per Capuano e Favilli esiste la possibilità di un recupero lampo. Però questo apre il campo alle ipotesi alternative. Perché non dovessero farcela, Breda dovrà inventarsi qualcosa di buono ma soprattutto di… vincente.

E così se il centrale difensivo dovesse dare forfait la maglia da titolare se la contenterebbero uno tra Mantovani e Sorensen. Vale a dire i due titolarissimi della scorsa stagione che ora faticano a vedere il campo e l’eventuale chance di Cosenza potrebbe cambiare di nuovo il corso della loro stagione. Davanti invece se Favilli dovesse partire ancora dalla panchina al fianco di Raimondo potrebbe essere confermato Distefano anche se le quotazioni di Dionisi sono date in crescita. In mezzo poi c’è da riflettere sulla sostituzione di Corrado. L’esterno mancino è squalificato. L’alternativa naturale da quella parte è Celli ma potrebbe inserirsi nella contesa anche Favasuli che può giocare sulla corsia mancina.

Insomma di alternative Breda, almeno sulla carta, ne ha diverse. Ora spetta a lui trovare al formazione da tre punti.  

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 30 novembre 2023 alle 15:00
Autore: Ternananews Redazione
vedi letture
Print