Nuovo appuntamento di campionato per la Ternana. Domani al Liberati arriva la Cavese. Si gioca dunque il match già rinviato per i tanti casi Covid che avevano martoriato la squadra campana. 

Tempo dunque di conferenza stampa per Cristiano Lucarelli.

Aggiornamento in corso...

Quanto sarà difficile caricare al punto giusto la squadra affinché non si addormenti in vista della Cavese ultima in classifica?
"Non è facile trovare subito motivazioni dopo aver raggiunto l'obiettivo tre giorni fa. Sicuramente spronerò la squadra, poi sceglierò giocatori che non sono stati titolari sabato. Ai ragazzi ho detto che siamo schiavi della nostra immagine. Non possiamo permetterci di fare brutte figure. Loor più motivati di noi perché cercano punti per salvarsi. Ci sono tanti punti di differenza che sarebbe clamoroso. Dobbiamo essere bravi a trovare energie mentali per essere subito sul pezzo e cercare di prendere tutto quello che si può prendere da questa stagione. Domani sarà una partita complicata. Se fossi dall'altra parte cercherei di approfittare". 

Cavese che ha cambiato allenatore...
"E' una partita cieca perché abbiamo poche indicazioni. Più o meno i moduli li abbiamo affrontati tutti. I ragazzi sanno cosa chiedo. I ragazzi saranno bravi a leggere le situazioni che troveremo domani in panchina".

Qualche esordio lo vedremo?
"Domani si".

Che ne pensa di chi cambia allenatore anche a questo punto della stagione?
"Il nostro calcio è frenetico. Si cerca sempre di dare la scossa. La Cavese ha avuto una stagione sfortunata segnata dal Covid. Credo sia arrivato il momento di riportare questa categoria a due gironi".

Quanto l'obiettivo 93 punti riesce a riportare in alto la tensione?
"Credo che per noi sia importante valutare la capacità di rientrare subito in carreggiata tre giorni dopo aver conquistato un obiettivo importante. E' un metro di valutazione per capirne meglio l'attitudine. Domani è una bella prova sotto questo punto di vista. Se riusciremo a ripeterci vorrà dire che saremo veramente davanti agli altri. Andare in campo e fare una brutta figura per me non sarebbe tollerabile".

Vero che il girone C è il più facile?
"Per me resta il più difficile. Andare a giocare in campetti di campagna al nord non è come andare a giocare in piazza del sud. L'ambiente che trovi giù non è quello del girone nord che a volte è più da scampagnata. Non entro in questi giochino".

Ternana tra le squadre che ha effettuato più sostituzioni...
"Ho sempre fatto le 5 sostituzioni. Per me è anche un modo per premiare chi lavora bene in settimana. Noi abbiamo bisogno di allenamenti ad altissima intensità affinché siano allenanti. Non sono spazi regalati ma sono meritati. Sia con il Covid che con le espulsioni ci siamo messi sempre nelle condizioni di non avere rogne". 

Ad inizio anno ha detto che avrebbe scacciato i fantasmi che aleggiavano vicino ai giocatori...
"Dovevamo creare un gruppo unito dove ognuno di loro era disposto a rinunciare al bene personale per quello della squadra. Sia chiaro, non ho insegnato a giocare al calcio ai ragazzi. Io e il mio staff, con tutti gli strumenti che ci ha messo a disposizione la società, siamo stati bravi a gestirli nei loro momenti migliori. C'è stato un momento in cui Damian ogni cosa che toccava la trasformava in oro. Adesso c'è Paghera in splendida forma e sta trovando grande facilità nel gol. Vantaggiato per il girone d'andata e buona parte del ritorno è stato un giocatore straordinario, oggi può fare un po' più di fatica. Lo stesso dicasi per Suagher che ora sta bene. Devi capire i momenti migliori di ognuno di loro".

Hai ricevuto complimenti da ex compagni?
"Si, da Francesco Totti ad altri personaggi. Mi ha sorpreso uno in particolare. Non vi dico chi è. E' un mio ex presidente e mi ha fatto molto piacere".

Ha parlato di esordio...
"Domani giocherà Vitali e poi toccherà anche a Casadei. Le ultime 4 due le giocherà Iannarilli e una a testa Vitali e Casadei. Sicuramente troveremo il modo di far esordire Ndir e dare il giusto spazio e merito a tutti i ragazzi. Anche domani convocherò tutti perché tutti hanno avuto un ruolo importante in questa stagione, come Bergamelli".

Palumbo giocherà prima della fine della stagione?
"Sicuramente non è stato un infortunio grave come lì per lì sembrava. Non è detto che possa recuperare per la Supercoppa o per l'ultima di giornata. Ma di più non vado".

Con tanti gol segnati sarebbe un peccato non vincere la classifica cannonieri...
"Il mio sogno è che la vincano entrambi. Sarebbe la prima volta credo che succeda".

Ternana-Cavese la conferenza stampa di Cristiano Lucarelli
Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 14:00
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print