Altra manita della Ternana, la quarta della stagione per le Fere che restano ancora imbattute. Cristiano Lucarelli ha commentato ai microfoni di Cusano Italia TV il successo contro il Catania: "E' una vittoria importante perchè giocavamo contro una grande squadra. Avevamo paura. Fino ad oggi il nostro segreto è stato approcciare le partite con una carica agonistica importante. Abbiamo giocato fino al 95' abbiamo una mentalità forte e avevamo il timore di questo Catania che era in serie positiva, aleggia sempre lo spetto che qualcuno ci possa far la festa. Noi siamo stati bravi e concreti, anche se dopo il 2-1 preso su calcio piazzato, loro punto di forza, il Catania ha avuto anche l'opportunità di pareggiare. Poi la nostra qualità ha fatto la differenza".

Quanto sono importanti Mammarella e Defendi: "Sono tutti importanti, riescono a farsi trovare pronti. Ha segnato anche Paghera, il diciannovesimo della stagione. Manca ancora tanto, può succedere di tutto. Abbiamo due trasferte difficili a Foggia e Catanzaro".

Giocherete ogni 3 giorni: "Si, e tutte partite difficili. Questa per me era difficile anche per quello che ho vissuto emotivamente a Catania. Non mi sono sentito solo l'allenatore della squadra, ero il riferimento della gente, della società, della sede, dei calciatori. Siamo usciti immeritatamente da questo campo dai playoff. Per me era una partita difficile, per me Catania è Catania. Per fortuna ci saranno partite nelle quali penserò solo al risultato".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 17 febbraio 2021 alle 16:54
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print