Il vicepresidente della Ternana, Paolo Tagliavento, ha commentato ampiamente la giornata di Potenza, in diretta su Ternana Time: "La sensazione che il Potenza non abbia messo in campo tutto quello che poteva a livello di misure preventive è stata evidente appena arrivati al campo. Ci dispiace, perché noi scendiamo sempre in campo e prepariamo la partita per dare il massimo. È certo che venire qui e non giocare non ci lascia con buone sensazioni. Io so solo che quando sono arrivato al campo, qualche linea del campo l’avevano pulita, ma non tutto il resto. Se il Comune di Potenza è intervenuto? Non lo so, non credo, ma non saprei dire. Io lavoro spesso su un sintetico, non ci sarebbero dovuti essere particolari disagi. Vorrà dire che ci faremo un’altra passeggiata a Potenza. Il costo di queste trasferte è economico e fisico, ci troveremo in 7 giorni ad incastrare un infrasettimanale in mezzo a due partite. Cercheremo di individuare la data migliore e di cercare di rigiocare qui quando saremo già nelle vicinanze, in accordo con il Potenza. Anche la televisione dell’Unicusano è incorsa in spese inutili quest’oggi. Se il Potenza non volesse giocare la partita? Non posso rispondere a questa domanda. Siamo tutti abbattuti e contrariati. Ci dispiace soprattutto il dispendio di energie: se prepari la partita e non la disputi, ti rimane qualche scoria. Dovremo essere bravi già alla ripresa di domattina a farci scivolare questo di dosso. Ma certo che questo nuovo infrasettimanale ci penalizzerà. Il riposo del Bari? A prescindere da quello, ci dispiace non esser scesi in campo per toglierci un’altra soddisfazione e avvicinarci ancora un obiettivo, noi nel weekend pensiamo solo a noi stessi, a prescindere dagli altri. Bandecchi? Era a Potenza con noi, ha tenuto a venire e ha potuto constatare la situazione fuori e dentro dal campo. A Potenza era tutto pulito, l’unico punto innevato di tutta la città era lo stadio. Lucarelli aveva scelto la formazione ideale per quel terreno di gioco, è chiaro che scendere in campo in quel momento sarebbe stato comunque un rischio per i ragazzi. Trovarsi con infortunati quest’oggi sarebbe stato ancora più grave. Ci fa pensare tutto quello che non è stato fatto, al campo hanno lavorato soltanto due-tre persone. Allo stadio c’era il nostro presidente, non il loro: ho solo incrociato qualche dirigente, abbiamo fatto l’in bocca al lupo a mister Gallo, con cui ci siamo lasciati in maniera corretta dopo 2-3 anni in cui noi non abbiamo fatto mancare nulla a loro e lo staff ha fatto il suo meglio a Terni. I rapporti umani restano di grande stima e rispetto. Ci ha fatto sorridere una battuta che hanno fatto, che ci ha lasciato un po’ arrabbiati ed estremamente esterrefatti: ‘Stiamo facendo tutto il possibile per sistemare il campo per la partita'. Bandecchi? Non è felice di questo passaggio a vuoto, anche i dirigenti sentono la partita molto fortemente. Abbiamo tutti il colpo in canna, ci rimani male quando la partita viene annullata un'ora prima. Siamo tutti un po' amareggiati, ma adesso bisogna concentrarsi su mercoledì. Da domani riprenderemo coi soliti ritmi, per preparare al meglio la partita col Catania. La partita era preparata nei minimi dettagli da tutti in società, come sempre. La squadra era cambiata e pronta a scendere in campo".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 13 febbraio 2021 alle 14:39 / Fonte: Ternana Time
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print