Non è ancora possibile avere certezze circa la ripresa dei campionati di calcio italiani, serie C compresa, e di conseguenza nessuno può ancora azzardare nulla più di alcune ipotesi su come e quando le squadre potranno tornare in campo e i tifosi sugli spalti. 

A questo riguardo, la Figc ha messo in evidenza i tre più probabili scenari per il futuro della stagione 2019/20, scenari che ovviamente interessano anche la Ternana. C'è in campo l'ipotesi di riprendere appena sarà possibile farlo aprendo le porte degli stadi ai tifosi, che quindi potrebbero tornare ad incitare la squadra del cuore sin dalla prima partita della ripresa fino al termine degli spareggi promozione e retrocessione; la stagione della serie C, secondo questa prima possibilità, sarebbe portata a termine normalmente e senza ulteriori strascichi, eccezion fatta per l'ovvio ritardo. 
Altro scenario proposto è quello delle porte chiuse, ovvero riprendere il campionato non appena ce ne sarà la possibilità (ovvero una volta terminata l'emergenza sanitaria), ma non permettendo ai tifosi di assieparsi sugli spalti degli impianti sportivi: anche in questo caso il campionato sarebbe portato a termine regolarmente, eventuali spareggi compresi, ma perderebbe il calore del pubblico in nome della sicurezza di non generare nuovi focolai di virus. 
Ultima ipotesi, poi, è quella dello stop. Questa ipotesi è certamente la più drastica delle tre e prevede, oltre alla fine anticipata della stagione in corso, anche che le prime partite del campionato 2020/21 si giochino a porte chiuse senza tifosi negli stadi. 

Ovviamente al momento non è possibile azzardare una previsione su quale delle tre linee potrà prevalere, e nemmeno se sarà necessariamente una delle tre ipotesi a prevalere: il futuro è ancora fumoso e troppo incerto e nel calcio, come in tutti gli altri ambiti, si naviga ancora a vista. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 24 marzo 2020 alle 14:00
Autore: Marina Ferretti
Vedi letture
Print