Salvatore Garritano era uno dei rossoverdi che quel pomeriggio del 22 maggio 1989 affrontarono l’Argentina di Diego Maradona in quella strana partita di beneficenza organizzata da Stefano Tacconi, portiere della Juventus e della Nazionale.

“Avevo già affrontato d’avversario Maradona quando vestivo la maglia del Torino in Serie A, pareggiammo a Napoli. Ma quella volta al Liberati fu diverso, fu magico. Eravamo - ricorda Salvatore Garritano - nel nostro stadio, davanti ai nostri tifosi ed eravamo tanti della Ternana. Cosa ricordo? Un Liberati stracolmo di amanti del calcio tutti felici di assistere ad una partita con il giocatore più forte del Mondo e della storia in quel momento e tanti altri calciatori fortissimi. E poi Lui, Maradona, con le solite giocate d’alta scuola e il solito fascino di un giocatore unico che ha scritto la storia del calcio. Personalmente è stato come toccare il cielo con un dito”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 18:20
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print