La conferenza stampa di Fabio Gallo alla vigilia di Monopoli-Ternana, primo turno della fase nazionale dei playoff.

Allenamento mattutino, tutti disponibili?
"Si a parte Suagher e Proietti che non partono. Dalla rifinitura di questa mattina sembra che stanno tutti bene, chi più chi meno. Ma siamo nella normalità".

Possibilità di cambiare qualcosa domani?
"Domani vediamo. La mattina faremo il risveglio muscolare ma questo non determinerà le scelte".

Loro non hanno mai giocato, la Ternana invece è alla quarta gara...
"Non sappiamo come staranno fisicamente. Conosciamo le loro qualità e il loro modo di giocare".

Hai lavorato più sull'aspetto difensivo o offensivo in questi giorni?
"Ho lavorato sia in un senso che nell'altro. La solidità più la migliori più ti porti avanti nel lavoro. Per l'aspetto offensivo è un continuare a lavorare sempre. Poi una volta arrivati la ci sono le qualità individuali dei giocatori".

Un risultato utile su tre non è il massimo. Ma dal punto di vista mentale può essere meglio?
"Dobbiamo cercare di vincere questo è chiaro. Così come abbiamo fatto nelle precedenti due. Nessuno ha mai pensato di fare calcoli. Sappiamo di dover andare a Monopoli per vincere ma garantendoci sempre la possibilità di non uscire dalla partita".

La qualità del Monopoli?
"Hanno giocatori bravi sulle fasce così come i due attaccanti: Jefferson e Fella. Giorno è un bel regista. Hanno anche una difesa solida. Conosciamo le loro caratteristiche. Dipenderà da come arriveranno loro a questa partita".

Riproporrai il tridente o ti metterai a specchio?
"In base alle caratteristiche dei giocatori cambia il sistema di gioco. Se giochi con Furlan e Defendi è un 4-3-3 lineare. Se gioca Partipilo può diventare anche 4-3-1-2. Il sistema di gioco cambia in base agli interpreti".

L'esperimento di Salzano davanti alla difesa può essere riproposto?
"Vedremo domani".

Ci saranno novità in difesa?
"I due centrali saranno ancora Diakité e Bergamelli. Mi sono piaciuti molto".

Sarà una partita a scacchi o all'arrembaggio?
"La partita ce lo dirà. L'altra sera avevamo preparato la gara in maniera diversa da quella che è stata nel primo tempo. Infatti nella seconda metà del match la squadra ha fatto quello che dovevamo fare dall'inizio. La squadra ha dovuto rincorrere ed è stata brava a portare a casa il risultato in maniera meritata. Pur rischiando perché ci sta. Chi pensa che queste partite sono facile perché hai due risultati utili su uno capisce poco".

Cosa conta ora?
"La voglia di andare avanti e di non sentire la stanchezza perché nel momento in cui ti senti stanco può ancora fare dieci scatti".

Quanta fame ha la Ternana?
"Mi auguro una grandissima fame, la stessa che ho io. Oggi sono incazzato perché era giusto che lo fossi. Spero che la squadra lo sia come me".

Oggi scuro in volto...
"Non è perché siamo vicini alla partita. Sono arrabbiato per certe cose che non mi piacciono. Mi riferisco a squadra, spogliatoio e campo. Sono consapevole dell'importanza della partita di domani e lucido".

Ovvero?
"Mi sono svegliato male io, tutto qui".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 08 luglio 2020 alle 10:35
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print