C’erano una volta le 5 giornate di Milano. Ci sono oggi le 5 giornate di Terni. Ma per carità guai a fare paragoni sarebbe da sciocchi. Nessuna insurrezione alle porte, ma più probabilmente un accenno di grande festa visto che le 5 giornate ternane interesseranno soprattutto la Terni sportiva, quella che vede solo due colori: il rosso e il verde.

5 partite di campionato, 1 mese ma soprattutto 15 punti a disposizione. Questo il lasso di tempo individuato da Cristiano Lucarelli al termine del quale avremo le idee molto più chiare su chi il 25 aprile farà festa grande perché avrà vinto il girone C della Serie C.

Oggi tra Ternana e Bari, secondo in classifica e indiziato numero uno per insidiare la prima posizione ai rossoverdi, ci sono 8 lunghezze di distanza. Che potremmo anche (in attesa dello scontro diretto) allungare a 9, visto che non solo il Bari deve vincere ma per sopravanzare la Ternana in caso di arrivo a pari punti dovrebbe farlo per 3-0.

Il margine insomma inizia già ad essere consistente e manca ancora una giornata alla fine del girone di andata. Anche per questo ci sono ampie possibilità che al termine delle prossime 5 gare di campionato avremo un’idea più definita di come finirà la stagione.

Iniziamo con il dire subito che la Ternana disputerà 3 delle prossime 5 partite in trasferta mentre il Bari ne farà 3 in casa e le restanti 2 in trasferta. Ma la squadra pugliese per 2 volte giocherà prima dei rossoverdi, per buona pace dell’allenatore Gaetano Auteri che già nei mesi scorsi si era lamentato del fatto che spesso la sua squadra avesse dovuto giocare prima della Ternana.

Defendi e soci affronteranno nell’ordine: Juve Stabia (trasferta), Viterbese (trasferta), Paganese (casa), Palermo (trasferta) e Casertana (casa). Antenucci & co.: Bisceglie (trasferta), Francavilla (casa), Teramo (trasferta), Cavese e Viterbese (casa).

Chi ha il calendario più complicato? Difficile dirlo. Classifica alla mano la squadra più in alto in classifica ad oggi che dovrà affrontare la Ternana è il Palermo nono mentre il Bari avrà il Teramo quarto. Ma di contro i pugliesi se la vedranno con la Cavese ultima con appena 8 punti mentre i rossoverdi avranno la Paganese penultima. La Ternana dovrà affrontare una “nobile” del girone, la Juve Stabia (per di più fuori casa) mentre il Bari avrà due derby. Certo non quello sentitissimo con il Foggia ma comunque sempre di pugliesi si tratta. In più una sfida in comune, con la Viterbese.

Quando la Ternana giocherà dopo il Bari? Alla seconda giornata di ritorno per la sfida contro la Paganese (Teramo-Bari) e alla quarta nel match contro la Casertana (Bari-Viterbese).

Decidete insomma se ha più chanches la Ternana di allungare o il Bari di accorciare. E soprattutto se ha ragione Lucarelli. Il campionato si decide a gennaio? O magari a febbraio, con qualche giornata in più e con la possibilità psicologicamente di sfruttare la sosta del Bari (il giorno di San Valentino) e il successivo impegno dei galletti contro il Monopoli (altro derby)? Mentre la Ternana gioca contro Potenza (il 14 febbraio) e Catania (il 17)?

Di sicuro è il momento di non staccare il piede dall’acceleratore...

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 09:38
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print