1 La Ternana è al squadra più forte del girone… ad oggi
Abbiamo imparato che la Ternana è la squadra più forte del girone C dopo 12 giornate di campionato. Non stiamo volando alto, a quello ci stanno pensando Defendi e compagni. Ci limitiamo a rilevare quanto accaduto dall’inizio della stagiona ad oggi. La Ternana è prima in classifica. Anzi, la Ternana è prima in classifica dal fischio d’inizio. Inoltre ha battuto Bari, Teramo e Catanzaro (seconde e terza, ndr.) rifilando a tutte sempre 3 gol. Per questo ad oggi è la Ternana la squadra più forte di tutte.

2 La Ternana ha già margine ma occhio agli scivoloni…
Abbiamo imparato che la Ternana con la vittoria sul Teramo si è portata a +7 in classifica proprio dalla squadra di Massimo Paci che, insieme al Bari, inseguono i rossoverdi in classifica. Ma a differenza loro i rossoverdi hanno una gara in più. Gli altri hanno già tutti osservato il turno di riposo legato all’esclusione dal campionato del Trapani. Alla Ternana toccherà il 20 dicembre. Potenzialmente il gap potrebbe ridursi dunque. Anche per questo Lucarelli continua a predicare calma, sangue freddo e piedi inchiodati a terra.

3 La Ternana batte record anche degli altri
Abbiamo imparato che a questa Ternana piace riscrivere la storia. Con 8 vittorie consecutive ha eguagliato la Ternana allenata da Gigi Delneri. Con la tripletta di ieri ha segnato 31 gol ed ha chiuso per 8 volte su 12 partite senza subire reti. Ma a proposito della tripletta sul Teramo. Bene, quelle 3 reti rappresentano il record negativo della squadra di Paci. Mai, fino al match contro la Ternana i biancorossi avevano subito più di un gol in una partita.

4 Benvenuto Torromino
Abbiamo imparato che in questo avvio di stagione c’è gloria per tutti, anche per Giuseppe Torromino. Parliamoci chiaro, aver segnato la rete del 3-0 non ha cambiato l’esito della partita ma il gol dell’attaccante crotonese potrebbe aver consegnato a Cristiano Lucarelli e alla Ternana finalmente un giocatore ritrovato. Da colpo della passata stagione a oggetto misterioso sempre nel corso dello stesso campionato. Poi il cambio di allenatore, la fiducia ritrovata, buone prestazioni e infine il gol. Il primo in campionato con la maglia della Ternana. E l’esultanza, pazza e giustificata, con i compagni ma soprattutto con Lucarelli.

5 Non è tutto oro quello che luccica
Abbiamo imparato che la Ternana è al squadra del momento in Italia ma non è perfetta. Anzi. Contro il Teramo i rossoverdi hanno buttato al vento oltre 20’ nel primo tempo dopo essere passati in vantaggio e aver dilapidato l’occasione per il 2-0. E a Lucarelli non è andato giù. L’allenatore ha puntato il dito sulle tante occasioni create e non concretizzate dai suoi. D’altronde se si vuole vincere il campionato c’è bisogno di concretezza prima che di spettacolarità. Questa Ternana tende ad essere leziosa. Lucarelli lo va dicendo dal primo giorno e non perde occasione per tirare le orecchie ai suoi. A ragione. Adesso tutto ruota nel verso giusto ma si sa che il campionato è lungo e ci saranno i momenti di difficoltà. Per questo sfruttare tutte le situazioni pericolose che si creano può aiutare la squadra a crescere e, perché no, anche a risparmiare qualche grammo di energia.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 14:00
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print