La fretta non è mai stata una buona consigliera e così la Ternana non ha paura di aspettare.
Ma ha scelto. Ha scelto di aspettare Cristiano Lucarelli. Le convergenze in casa rossoverde sono totali e la società si prende anche il rischio di dover attendere qualche giorno in più prima di parlare con l’allenatore del Catania, prima di sondare con insistenza qualche altro profilo.
Ecco perché Lucarelli è il candidato numero uno a guidare la Ternana la prossima stagione, anche se di contatti finora non ce ne sono mai stati. Li ha stoppati proprio Lucarelli, che prima vuole continuare a parlare con la nuova proprietà per capire i progetti e il futuro del Catania.
Sinceramente, vista da lontano, rimane difficile credere che possano coincidere le necessità del nuovo Catania con quelle dell’ex attaccante del Livorno, ma Lucarelli da questo punto di vista ha voluto essere coerente e sincero nei confronti dei suoi tifosi e non ha voluto parlare con nessuno dei suoi pretendenti, Ternana in testa, prima di confrontarsi con la nuova proprietà siciliana.
Stanno parlando in questi giorni, ovvio. E non è detto che sia una cosa rapida.
Ma la Ternana non ha fretta. Lucarelli è il primo nome: sia nella testa di Bandecchi, sia in quella di Leone. Esternato nella riunione romana, condiviso a tutti i livelli. Per esperienza, carisma, ambizione e freschezza. Basta solo pazientare ancora un po’, prima di affrontare e approfondire il discorso. Ma le idee sono chiare, e questo è quello che conta.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 28 luglio 2020 alle 21:20
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print