Verde - La prestazione meno brillante della stagione, la vittoria più importante.
Quella giocata contro la Vibonese è stata certamente la prestazione meno bella, giocata dalla Ternana di Cristiano Lucarelli dall'inizio del campionato. Dopo tredici giornate di calcio giocato a livelli molto alti, i rossoverdi sono incappati in una giornata decisamente storta: troppa leziosità in alcuni frangenti, la fretta di dimostrare di essere più forti, un pizzico di stanchezza (che ci può stare assolutamente arrivati a questo punto) che ha compromesso la lucidità in campo e l'assenza non trascurabile di Falletti (nessuno è indispensabile, ma non nascondiamoci dietro ad un dito), hanno reso la partita in terra calabrese tutt'altro che semplice. Eppure, nonostante tutto, quando la Ternana ha deciso di comportarsi da Ternana e di pensare da grande squadra quale è, ecco che i più "anziani" del gruppo squadra hanno sfoderato le armi migliori per portare a casa 3 punti e la vittoria più importante della stagione. Paradossalmente, infatti, stravincere sul campo della Vibonese non avrebbe avuto lo stesso sapore di impresa e, soprattutto, non avrebbe riportato le Fere coi piedi per terra, dando loro sì la consapevolezza di essere forti e difficili da digerire per chiunque, ma al tempo stesso quella ancor più importante di non essere invincibili e imbattibili. Soffrire, andar sotto e rischiare di trovare il primo ko del campionato, e nonostante ciò vincerla in dieci minuti con non poca fatica (anche per meriti degli avversari, va detto sinceramente), è un segnale che la Ternana non deve ignorare: una squadra che voglia lottare per la promozione e per il primo posto in classifica non deve mai avere cali di concentrazione o, peggio, non deve mai sottovalutare chiunque si trovi di fronte. Questo non vuol dire che, da qui in avanti, i rossoverdi debbano sempre vincere o che debbano sempre offrire prestazioni di altra categoria, sarebbe impensabile oltre che presuntuoso, ma significa che si deve entrare nell'ottica che anche le partite più difficili possono portare punti e certezze, e che dove non si arriva col fisico si potrà arrivare usando la testa.  Non sembri resunzione, dunque, se per la seconda volta in stagione non verrà indicato un "rosso", anche se diverse cose contro la Vibonese non hanno funzionato e certamente non sono piaciute: il successo della Ternana è stato senza dubbio il più importante fino ad ora, ed è da giornate come questa che si deve ripartire.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 30 novembre 2020 alle 09:00
Autore: Marina Ferretti
Vedi letture
Print