Che delusione il Catanzaro. L’unica squadra nel girone C ad aver battuto la Ternana degli invincibili è caduta dopo 4 giorni nel match più atteso: quello contro l’Avellino. Alla formazione di Piero Braglia è bastata la rete di Bernardocco (presunto fuorigioco) nel primo tempo per chiudere i conti al Ceravolo. Catanzaro scarico quindi aveva ragione Cristiano Lucarelli quando ne post gara di sabato aveva previsto che la formazione calabrese avrebbe avuto un calo alla luce del grande sforzo psico-fisico per battere i suoi ragazzi.

E tornano alla mente anche le parole del dg Foresti che prima della partita contro la Ternana aveva quasi tifato Avellino, spronandoli a non mollare perché nel calcio non si poteva mai dire. 

I sogni di gloria del Catanzaro si sono squagliati come neve al sole. Sorride Braglia e l’Avellino che sul campo ha dimostrato di meritare la seconda posizione in classifica e di poter impensierire i la Ternana.

Vince l’Avellino e vince anche il Bari. Come per gli irpini anche in questo caso a fare la differenza quel pizzico di fortuna che non guasta mai. La squadra di Massimo Carrera ha battuto 2-0 i padroni di casa della Juve Stabia grazie ad una doppietta di Marras bravo a sbloccare il match nel finale di un primo tempo evanescente e in apertura della ripresa.

La Ternana comanda sempre la classifica del girone C del campionato di Serie C. Inevitabilmente il distacco si è ridotto. L’Avellino ora si trova a -9 mentre il Bari a -10. Ma i rossoverdi devono comunque recuperare le partite contro Potenza e Cavese. Potenzialmente Defendi e soci hanno 6 punti a disposizione per incrementare ulteriormente il distacco dalle dirette inseguitrici. Aspettando poi di doversi riposare a 3 giornate dalla fine  magari con un bel margine da gestire

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 03 marzo 2021 alle 19:43
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print