Tutti, o quasi, possono cadere ma sono davvero pochi quelli capaci di rialzarsi subito con rinnovato vigore. Nel girone C del campionato di Serie C c’è il Catanzaro che è maestro in questo. Sì proprio la squadra che sabato ospiterà sul proprio terreno la Ternana capolista.

In questa stagione la formazione affidata ad Antonio Calabro ha incontrato la sconfitta 5 volte. Tra queste c’è ovviamente il k.o. inflittogli dalla Ternana nella gara di andata. Un 5-1 talmente sonante che ancora dalle parti di Catanzaro hanno faticato a digerire. Non a caso, in queste ore, stanno piovendo dichiarazioni volte ad accendere il match e soprattutto a caricare la squadra di casa.

Ma come detto ci sta di cadere, la differenza tra una grande squadra e una buona sta nella capacità di rialzarsi. E il Catanzaro è oggi il peggior avversario che potesse capitare sulla strada della Ternana. Calendario alla mano ogni qual volta che i calabresi sono stati sconfitti hanno vinto immediatamente la partita successiva e su 3 occasioni ha vinto anche quella dopo. Perché la Ternana dovrebbe essere spaventata? Perché dall’ultima sconfitta è passata soltanto una partita, ovviamente vinta dai gialloblù contro il Palermo.

Il Catanzaro sa risorgere dalle proprie ceneri e pure con rinnovata forza. Una caratteristica che sicuramente Cristiano Lucarelli avrà già spiegato bene ai suoi e che se la sommiamo al clima da rivincita che sembra già farlo da padrone in Calabria trasforma la partita di sabato in una da “bollino rosso”.   

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 13:00
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print