La Ternana piazza un’altra goleada, si avvicina il record assoluto di punti in C (solo un punto da fare nelle prossime tre giornate, soltanto per eguagliarlo), è già record di media punti, anche se dovesse perdere le prossime 3 partite: 2,33, che è una media incredibile e che può essere solo migliorata. è già record rossoverde per numero di reti realizzate in un campionato. La Ternana continua a macinare numeri e risultati. Forse anche troppo, al cospetto di una Cavese disorientata che ha cercato di reggere botta e di rendere il passivo meno pesante. 
Non vinceva segnando 7 gol dal 1953/54, la Ternana di Cioni (che peraltro vinse una gara anche per 8-1, ma fuori casa). Mai nella storia aveva vinto con il risultato di 7-2, neanche con la Ternana/Borzacchini prima e durante la Seconda Guerra Mondiale
Arrivano a 3 i giocatori in doppia cifra, visto che con la giornata di oggi a Partipilo e Falletti si aggiunge anche Vantaggiato. Ora aspettiamo Furlan! E probabilmente anche questo è un record. 
Ora veniteci a dire che non è vero che la Ternana ha tutti titolari. Qualora non fosse chiaro, Lucarelli l’ha voluto ribadire mandando in campo una squadra inedita, cambiata in 10/11 rispetto a quella che disintegrato l’Avellino. E il fatto che abbia vinto facilmente non è affatto una banalità: è una conferma di quanto questa mentalità sia radicata in tutta la squadra. Questa rosa, che ha festeggiato 3 giorni fa, ha voluto dimostrare che vuole tenere alta la concentrazione e vuole continuare a diversirsi. A battere record, a sentirsi protagonisti in una stagione indimenticabile. Mettere la firma. 
E’ stata una festa anche oggi, una giornata in cui tenere alta la bandiera rossoverde. In cui far partecipare tutti, non solo in senso figurato. E così la medaglia che il presidente Ghirelli ha consegnato a tutta la squadra non è più un valore simbolico, ma effettivo. Tutti possono alzare la mano e dire io c’ero. A tutti i titoli.
E dispiace soltanto che magari qualcuno avrebbe voluto essere ancora più protagonista. Avrà ancora modo di rifarsi, in questo finale di campionato. Ma nessuno avrà la sensazione di non essere stato indispensabile. 
Come hanno detto alcuni giocatori: questa è una famiglia. Unita. E si vede. 
Se qualcuno aveva la voglia di capire come la Ternana avrebbe approcciato al campionato, da stasera ha una risposta.

Sezione: Editoriale / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 19:03
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print