Ora per una giornata la meno, per favore fateci parlare della partita appena vinta. Fateci godere un po’. Perché è vero che aver vinto questa partita non significa nulla. E’ vero che bisogna arrivare davanti a Maggio. Ma è vero anche che vincere a Bari non solo non è mai facile, ma soprattutto per la Ternana è una questione di principio. Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi di quanto la Ternana tenga a questa partita. E sapere di aver battuto la più forte del girone (dopo la Ternana) in maniera così netta non può essere nascosto sotto il tappeto.
Lucarelli nell’huddle in mezzo al campo ride: non si tiene. Lucarelli sa che ha dato una bella botta al Bari e ha fatto vedere a tutti il suo lavoro. Questa squadra ha il suo carattere, la sua impostazione e tanta, tantissima qualità.
La difesa è strepitosa, sempre attenta, lucidissima, con i terzini che spingono. In mezzo al campo c’è qualità da B, in attacco non ne parliamo.
Lucarelli giustamente dice che non si può festeggiare ora: è da provinciali e da perdenti. Ma a costo di passare da provinciali e perdenti noi ce la vogliamo godere questa vittoria. Perché è arrivata in un modo talmente rotondo che non può passare inosservato.
La Ternana ha approfittato del big match quando non c’era la serie A e la serie B per dimostrare di essere grande. L’hanno vista in tanti la partita e in tanti si sono accorti che questa Ternana è pronta.
Certo non deve mollare, non deve pensare di aver già vinto, deve subito riconnettersi perché domenica c’è il Teramo, altra squadra decisamente importante e che sta facendo delle cose egregie in campionato.
Ma anche la Ternana lo sta facendo. Anzi la Ternana sta facendo meglio. Dove sono quelli che dicevano che la Ternana vinceva solo perché affrontava squadre della parte sinistra della classifica? Dove sono quelli che dicevano che il Bari era più forte? Dove quelli che prima o poi la Ternana cala.
Sono sette vittorie di seguito. Sette. Non abbiamo avuto tempo di controllare da quanto tempo non succedeva. O se sia mai successo. Ci vorrà una settimana forse… Ma non importa. Ormai i numeri li conosciamo a memoria. Miglior attacco. Difesa (quasi) impenetrabile. E facilità di calcio. Calcio forse, con la C maiuscola.
Pochissimi errori commessi a Bari per una prestazione corale da applausi. Pochissimi errori e soprattutto concentrati in attacco. Dove fanno meno male: meglio sbagliare un gol a tu per tu con Frattali che sbagliare un retropassaggio. Quando la Ternana migliorerà anche quello allora festeggerà anche Lucarelli. Noi intanto anticipiamo: perché dopo una vittoria a Bari si può stappare anche un vino. Non lo champagne. Quello non lo abbiamo neanche comprato. Ma un bel brindisi si può fare eccome

Sezione: Editoriale / Data: Dom 15 novembre 2020 alle 19:41
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print