Bandecchi a ruota libera.

Non è mio costume, come è noto, fare interviste, ma se un normale incontro di lavoro si trasforma anche nell'occasione giusta per scambiare quattro chiacchiere in libertà con il Presidente della Ternana Stefano Bandecchi, credo che per una volta valga la pena di fare un'eccezione.


Allora Presidente...o devo chiamarla fantozzianamente "Sire"...?

"Per carità, ci mancherebbe altro!
Però, a pensarci bene, quando mi chiedono tra il serio e il faceto di diventare il sindaco di Roma, sicuramente ci penso su perché la cosa mi intriga parecchio; ma poi mi rendo conto che con il mio carattere forse potrei "comandare" un po' troppo e allora preferisco soprassedere..."

La Ternana, dunque: c'è stato qualche mugugno da parte della tifoseria rosso verde dopo la sconfitta di Coppa con l' Albinoleffe e soprattutto per un calciomercato che sembra non decollare...

"Guardi, - la risposta del Patron -, quest'anno ho deciso di non guardare all'inizio del campionato, ma soltanto alla fine!
Perché mi sono reso conto che tanto prima di marzo non si possono fare nè pronostici, nè tantomeno progetti che non siano altri che quello di cercare di rafforzare il più possibile la squadra.
Quindi non guarderei alle prime 10 partite, ma semmai, alle ultime.
Quanto al mercato, abbiamo tempo fino al 5 ottobre per allestire una squadra ancora più competitiva di quanto non lo sia adesso.
Non ci dimentichiamo che l'altra sera mancavano 10 giocatori tra titolari inamovibili e riserve di lusso.
In ogni caso stiamo lavorando per riportare a Terni gente importante (Palumbo?n.d.r.),  il difensore esterno di fascia destra Lorenzo Laverone sta firmando il contratto proprio in questo momento e stiamo cercando di trovare un'alternativa a Mammarella sulla fascia sinistra.
Gli altri giocatori nel frattempo ingaggiati sono tutti di eccellente qualità, a cominciare da Falletti sulle qualità del quale penso ci sia poco da discutere.
I tifosi stiano tranquilli: la Ternana sarà in grado di lottare fino alla fine per l'obiettivo che tutti sappiamo".

Intanto però, pare che ci sia questo benedetto sciopero dei calciatori che potrebbe fare ritardare l'inizio del campionato...


"L' atteggiamento assunto dall' AIC è sicuramente condivisibile, ma rischia di riflettersi negativamente sulla regolarità del campionato.
Siccome la scelta di aderire allo sciopero o meno è lasciata liberamente ai giocatori, ammettiamo che una squadra decida di presentarsi regolarmente in campo, per esempio la Viterbese domenica a Terni, mentre l'altra, la Ternana, non lo fa.
A questo punto dopo una sola giornata ci troveremmo addirittura a meno 4 dalla formazione avversaria... quindi, oltre al danno, pure la beffa!
Inoltre, contrariamente a quello che si può pensare, la riduzione delle rose a 22 giocatori comporterebbe sicuramente un amento dei costi, perché sarebbero privilegiati i migliori, che naturalmente hanno gli ingaggi più alti, mentre i giovani rimarrebbero automaticamente più che penalizzati.
In ogni caso è mia convinzione che i giocatori devono imparare a fare i professionisti e se ci sono dei contratti da rispettare, spesso anche pesanti sotto il profilo economico, questi devono essere rispettati!
Chi non si adegua è pregato di sedersi in tribuna: non mi spaventa il dover pagare comunque un ingaggio alla presenza di comportamenti scorretti.
Rimane in ogni caso il fatto che spero che si possa trovare un accomodamento.
Per esempio, il discorso dell' allargamento delle rose a 25 giocatori mi sembra una discreta soluzione".

Cosa bolle in pentola per il futuro, Presidente?

"Sto accarezzando un idea molto intrigante! Sono intenzionato ad acquistare una società professionistica slava per farla diventare una sorta di "serbatoio" per la Ternana.
Ci si potrebbero dirottare giocatori di diversa nazionalità per verificarne le qualità per poi ingaggiarli in rossoverde.
Un po' quello che abitualmente fanno altre società di spicco spesso con eccellenti risultati."

Quindi Bandecchi non molla, ma anzi raddoppia?

"Non è assolutamente mia intenzione mollare alcunché, perché non è nella mia natura ! 
I tifosi Ternani devono stare sereni!
Non lascerò mai nulla di intentato pur di riportare questa società ai livelli che merita.
Sono convinto che entro il 5 di ottobre riusciremo ad allestire una rosa assolutamente competitiva, in grado di poter dire la sua fino alla fine.
Non c'è minimamente da preoccuparsi se per adesso c'è qualche intoppo: stiamo lavorando alacremente per mettere a disposizione di Mister Lucarelli una formazione altezza della situazione e delle sue aspettative".

E qui finisce la chiacchierata con Stefano Bandecchi.

In bocca al lupo, "Sire"...

Sezione: Editoriale / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 00:00
Autore: Massimo Minciarelli
Vedi letture
Print