IANNARILLI 7 quando il risultato non è ancora acquisito ci mette un paio di pezze su due conclusioni di Maniero. Anche se la Ternana ha sempre avuto in mano la partita, lui si fa notare. Buca il cross in occasione dell’1-4 dell’Avellino: ma il gol è di mano...
DEFENDI 7 è il suo anno, la promozione del capitano, unico supertite della retrocessione. E anche oggi in campo macina chilometri e sforna cross a ripetizione, come sempre (dall’ 11’ SUAGHER 6,5 gli toccherà giocare anche la prossima, probabilmente. Ma lui non si è mai tirato indietro. Come per altri definirlo riserva è riduttivo. Entra quando la partita è finita, ma a lui non importa)
BOBEN 7 sempre attento, molto lucido. L’Avellino nonostante lo svantaggio già corposo dopo 15 minuti, prova ad attaccare. Ma sbatte contro un muro: il suo.
KONTEK 7 salva sulla linea il tiro del possibile 1-1, e già solo questo vale come un gol. Tocca il pallone come un regista, dà l’avvio all’azione del 2-0 con un lancio magistrale. Si conferma assoluto protagonista della squadra, esce dopo aver preso l’ammonizione che gli fa saltare la prossima. (dal 16’ LAVERONE 6,5 un assaggio della prossima partita, visto che il capitano mancherà per squalifica)
CELLI 7 rispetto a Mammarella ha meno tecnica ma tanta più corsa e fisicità. E questo nella partenza sprint contro l’Avellino conta eccome. Prova a spaccare gli equilibri da solo. E’ un’ala aggiunta (dal 29’ RUSSO sv)
PAGHERA 8 ormai ha scoperto la sua vena da bomber d’area di rigore, ancora un gol, ancora di testa. Morde le caviglie degli avversari, azzanna tutti i palloni. E pensare che in una squadra forte così è difficile trovare posto da titolare anche per uno così (dal 29’ DAMIAN sv)
PROIETTI 7,5 quando c’è bisogno di far girare qualcosa, chiamate Proietti. Non sbaglia un pallone, accorcia e allunga a suo piacimento la squadra. Vede spazi dove difficilmente gli altri si butterebbero
PARTIPILO 8,5 in campo il migliore è lui, anche senza gol. Tre assist per i tre gol della Ternana nel primo tempo. Più almeno due importanti occasioni in cui sono bravi gli avversari (una con una scivolata chirurgica). E poi almeno un paio di volte piazza Ferrante e Falletti davanti alla porta. Poi segna, finalmente. Ha fatto, ancora una volta, la differenza.
FALLETTI 8 non fa in tempo neanche ad entrare in campo che già segna. A questo è servito Falletti, dall’inizio dell’anno. A spaccare le partite. A portare in vantaggio i suoi. A generare qualità. E’ imprendibile per tutti, una furia in campo. E’ tornato per portare la Ternana in B. Con 16 gol ci è riuscito. (dal 11’ st SALZANO 6,5 ormai la fascia sinistra è un suo terreno di caccia: entra e presidia. La Ternana fa il 4-0 e lui in campo non sembra neanche faticare)
FURLAN 7,5 uno stantuffo a sinistra: ogni volta che parte crea un pericolo. Tagli, sovrapposizioni. Al posto giusto, al momento giusto. Il fronzolo non c’è più: solo sostanza. E che sostanza. 
FERRANTE 7 titolare, ancora. Punto fermo dell’attacco: corre si sbatte, tira e dribbla. IL fatto che non arrivi il gol non è importante. Soprattutto in una giornata così. Si porta via sempre un paio di avversari. Falletti, Partipilo e Furlan, ringraziano!

Sezione: Copertina / Data: Sab 03 aprile 2021 alle 16:51
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print