CASADEI 6 esordio anche per lui, giusto, visto che il ruolo di secondo portiere (o terzo) è fondamentale tanto quanto il primo. E dimostra di essere assolutamente affidabile e concentrato, coraggioso e con i giusti tempi
DEFENDI 6 stavolta una partita da terzino “normale”: meno spinta del solito, per tenere l’equilibrio della squadra in campo
BOBEN 6,5 si fa vedere molto spesso in fase di costruzione, difficilissimo per gli attaccanti della Turris riuscire a superare il muro. Quando la Turris prova ad alzare i ritmi nel finale, torna protagonista.
KONTEK 6,5 mai una sbavatura, sempre concentrato, nelle poche volte in cui la Turris si è presentata dalle sue parti. Si diverte anche in fase di palleggio, quando deve uscire dal pressing avversario. Dribbling e padronanza da centrocampista
CELLI 6,5 utilizzato con continuità, per ritrovare lo smalto e la giusta confidenza con il campo dopo tanto tempo costretto ai box. E non sembra. Solite sgroppate, a velocità supersonica. Tenta la conclusione: aspettiamo il gol! Senza dimenticare che anche dietro è sempre efficace. Costretto ad uscire per una testata (dal 70’ SALZANO 6 ritorna a sinistra ed è molto efficace in fase offensiva. Unica sbavatura quando scivola e lascia il tiro a Longo)
PAGHERA 6,5 con la sua aggressività permette a Proietti di spingersi più avanti, ma anche lui non disdegna gli inserimenti in avanti. A noi, se dovessimo fare un paragone con i big nel suo ruolo, ricorda più Barella che Verratti. Ci scuserà Zampagna! Accompagna anche Damian, allo stesso modo. E si propone anche come regista. Rischia, con un colpo di mano, assolutamente involontario in area di rigore.
PROIETTI 6,5 molto più offensivo e libero rispetto alle altre partite, quasi atteggiamento da mezz’ala: tiene la squadra alta, tenta inserimenti, prova a scuotere il muro della Turris. Un’altra versione, apprezzatissima, di un centrocampista davvero completo (dal 57’ DAMIAN 6 si piazza fra le linee e prova a spingere la Ternana in avanti, un paio di errori in appoggio che potevano costare caro alla Ternana nel finale)
PARTIPILO 6,5 costretto spesso a rinculare, ma si capisce che si sente in giornata. Prova colpi ad effetto per liberare al tiro i suoi compagni e sé stesso. Non sempre è fortunato perché spesso c’è raddoppio su di lui. Vuole arrivare a 20, ci prova anche con tiri da fuori (dal 79’ PERALTA 6 entra con la Ternana appena passata in vantaggio, mette la solita qualità in campo)
FALLETTI 6 tanta caparbietà, tanti dribbling e poche conclusioni. E’ chiaramente un punto di riferimento avanti: alle volte insiste troppo nel dribbling, perché anche lui viene raddoppiato in continuazione. In qualche occasione le sue giocate sembrano in anticipo rispetto ai suoi compagni: come se giocasse a una velocità diversa (dal 57’ FERRANTE 6 non vuole sentirsi da meno: e anche lui alla prima occasione calcia in porta, collabora con Vantaggiato a tenere fermo il pallone per il gol del vantaggio)
FURLAN 5,5 si accende ad intermittenza e quando si accende crea sempre pericolo: ma la Turris gli toglie lo spazio davanti, necessario per i suoi strappi. Ci prova a creare pericoli anche su calcio piazzato. Ma non era un pomeriggio semplice. Spreca una buona occasione nel recupero, per poter chiudere prima la partita.
RAICEVIC 5,5 è difficile giocare palloni in avanti, si divora un gol gigantesco nel primo tempo. Dovrebbe legare di più i movimenti dei tre trequartisti, ma l’aggressione costante dei difensori avversari non lo mette nelle migliori condizioni di poter giocare. Non riesce a scrollarsi di dosso i suoi avversari (dal 57’ VANTAGGIATO 7 si presenta pronti via con un tiro da 35 metri pazzesco, si piazza nella posizione di Falletti, ma nella posizione dell’uruguaiano fa un gol alla Vantaggiato: tanto bello quanto importante. Poi voleva anche il gol in acrobazia, ma stavolta non gli riesce!)

Sezione: Copertina / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 17:32
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print