Tanto rumore per niente…

“In effetti la classifica non si è mossa. Tutte devono essere contente. Noi gli invitati strani al gran ballo. Non è normale che siamo qui, è normale perché abbiamo lavorato bene e trovato gli equilibri. A proposito, la nostra è stata una partita molto equilibrata. Non concedere tante palle gol a due squadre che sono molto prolifiche vuol dire che gli staff hanno lavorato bene in settimana”: così Giuseppe Scienza al microfono di Ivano Mari per Teleterni.

Una partita che è stata più agonistica rispetto a quella di andata…

“Ci avviciniamo alla fine del campionato. Queste sono partita che se le perdi t’incasini la vita ma se le vinci ti cambia. Abbiamo pareggiato e va bene. Non abbiamo concesso nulla alla Ternana e a noi questo va bene. Adesso la classifica si guarda in maniera diversa. Strano, questo è il secondo pareggio in campionato per noi. A differenza di altre volte, quando abbiamo provato a vincere ci siamo scoperti e alla fine abbiamo perso. Oggi non è accaduto”.

Le due sconfitte contro Avellino e Paganese hanno pesato?

“Ci sta. Non mi aspettavo però il 3-5-2. Non pensavo che ci stimassero così tanto. Ma conosco lo staff della Ternana. Sono persone molto umili. Mi ha riempito d’orgoglio questa scelta e alla luce dei fatti hanno fatto la scelta giusta. La Ternana è una squadra forte e farà bene. La Reggina ha fatto qualcosa d’incredibile. La Ternana sarà protagonista fino alla fine”.

La Ternana ha un calendario molto più denso delle altre…

“L’importante è non avere tanti infortuni così da poter ruotare i giocatori. Davanti e dietro non hanno problemi. A centrocampo si. La Coppa Italia è un bel lasciapassare per evitare i primi turni dei playoff”.

Sezione: Avversario / Data: Dom 26 gennaio 2020 alle 17:44 / Fonte: TeleTerni
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print