L'allenatore del Catanzaro Gianluca Grassadonia, ha cosi commentato la sconfitta dei suoi contro la Ternana: “Avevo chiesto di giocarla questa gara – esordisce il trainer giallorosso -. Affrontavamo una squadra forte e ci abbiamo sempre creduto, giocando con serenità come avevo chiesto ai ragazzi in settimana. Prendere un gol in ripartenza, a cinque minuti dalla fine – prosegue il tecnico – significa che ci siamo fatti male da soli. Ma è uscita la  maggiore malizia della Ternana, in un momento in cui eravamo stanchi. Non è facile andare sotto, sbagliare il rigore e rientrare in partita – ammette-.  Purtroppo sul finale abbiamo commesso troppi errori”.

Ad incidere, inoltre, una condizione non perfetta da parte di alcuni interpreti: “Avevamo alcune defezioni, Casoli recuperato solo in extremis, Martinelli nel riscaldamento ha accusato qualche problema e Pinna si è fatto male alla fine del primo tempo”.

“Ho inserito un centrocampista come Di Livio con più qualità ed ha fatto bene ma l’episodio ci è girato contro  – sostiene il trainer delle Aquile – c’è grande amarezza. La squadra se l’è giocata alla pari, ribattendo colpo su colpo e c’è da rimanere soddisfatti della prova sino all’86”.  

Sezione: Avversario / Data: Dom 01 dicembre 2019 alle 21:30
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print