Non è piaciuto particolarmente il comportamento del Catania, inteso come vertici societari, al vice presidente dell'Assocalciatori Umberto Calcagno, che intervenendo ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha fatto presente il proprio scetticismo circa la gestione del delicatissimo momento attraversato dalla società etnea. 

"C’è una crisi societaria in atto - ha detto Calcagno -, ma non si può rendere di dominio pubblico la vicenda. Ai giocatori è dispiaciuto ricevere quel messaggio e vederlo divulgato. Succede che un club decida di liberarsi di qualche contratto - continua il vice presidente -, ma di solito lo fa sotto traccia. Chi avrà la possibilità cambierà, ma chi resta dovrà essere tutelato". 

Sezione: Avversario / Data: Lun 30 dicembre 2020 alle 17:00
Autore: Marina Ferretti
Vedi letture
Print