Ha anticipato la conferenza stampa di un giorno Gaetano Auteri, allenatore del Bari, probabilmente per controbattere ai toni che si sono surriscaldati negli ultimi giorni, fino alla comparsa degli striscioni che chiedevano l'allontanamento del tecnico dei biancorossi. 

Nel presentare la prossima gara dei Galletti, Auteri è tornato anche a parlare della Ternana e delle sue ultime dichiarazioni, che hanno indispettito anche la piazza barese, ribadendo di non essere uno sprovveduto, ma di vedere intorno alla squadra un'aura troppo negativa, che non fa bene alla causa: "La realtà ci dice che stiamo inseguendo una squadra che ha la media punti più alta di tutti i campionati europei. Dobbiamo però evitare di coltivare negatività sempre e comunque. - riporta Tutto Bari - A volte l'avversario gioca sul duplice risultato, ogni avversario mette tutto dentro la contesa, a volte non rispettando le regole, le partite quindi diventano difficili. Quando però si vincono, le analisi le facciamo all'interno: io sono responsabile di un gruppo di grande spessore umano, lavoriamo tutti insieme per raggiungere gli obiettivi. Si può essere anche non bellissimi, ma abbiamo grandi motivazioni. E' mio dovere tutelare e difendere dalle pressioni che ci sono, e che a volte sono esagerate. Alcune dichiarazioni sono state travisate: volevo rompere la negatività. Fra un po' avremo una partita in meno della Ternana: dobbiamo convivere con questo, il distacco si potrà ridurre solo alla fine, difficilmente prima. Non permetteremo a nessuno di sottrarci energie fisiche e mentali. Non ho le fette di prosciutto sugli occhi. Non ho obiettivi personali, a me sposta poco professionalmente: sono a posto con la coscienza. E' per il bene comune. Se avverto la fiducia della società? Io dico di sì. Ma se non fosse così, non mi cambierebbe nulla, andrei avanti lo stesso. Non sono un profeta, e nemmeno un cogl... La Ternana? Ha fatto tre gol a tutti. Anche contro di noi. Io non ero in panchina, qualcosa cambia. Ma non sono scusanti". 

Sezione: Avversario / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 14:10 / Fonte: TuttoBari
Autore: Marina Ferretti
Vedi letture
Print