Condivide con Marino Defendi la fascia di capitano, ha portato al gruppo la sua qualità e la sua esperienza, ma anche qualche passione extracalcistica, come il taglio dei capelli. Tanto è vero che è prprio lui ad aver scolpito alcune capigliature a dei suoi compagni di squadra. Carlo Mammarella, 37 anni, è una delle chiocce di questa Ternana. Uno dei leader di un gruppo del quale lui stesso parla un gran bene. «La sosta ci è servta - dice - in quanto ci ha permesso di superare quegli acciacchi fisici che attanagliavano alcuni ragazzi, bravi anche grazie allo staff medico ad arrivare alla partita nelle condizioni di riuscire a stringere i denti. E pure gli acciacchi di qualche vecchietto, come me». Una Ternana rigenerata e tornata ancora più ambiziosa. 
E questo, sentendo Mammarella, anche grazie al presidente Stefamo Bandecchi: «Lui ha ribadito che a gennaio non si farà mercate e nessuno se ne andrà. Qunto basta per aver generato nuove motivazioni anche nei ragazzi fin qui meno utilizzati. L'aver interrotto le vacanze, poi, ci ha dato quella concentrazione in più». 

Sezione: Rassegna stampa / Data: Ven 17 Gennaio 2020 alle 13:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print