La Ternana, forte del 2-0 conquistato nel match d’andata, ha conquistato la finale di Coppa Italia (incontrerà la Juventus Under 23 con gare di andata e ritorno), festeggiando al termine della gara sotto il settore ospiti con i dieci sostenitori arrivati dall’Umbria. Ma al Massimino tutti gli applausi sono stati per il Catania che ha giocato alla pari, sfiorando il gol più volte, specie con Di Molfetta nel primo tempo e con Beleck e Curcio nella ripresa. Dopo settimane di sciopero sono rientrati i tifosi organizzati della Curva Nord che hanno spinto la squadra, turbata in mattinata dal blitz della Finanza nel ritiro di Torre del Grifo (ne parliamo a parte) dove erano in ritiro. Lucarelli ha lanciato il nuovo arrivato Beleck dal primo minuto e l’ex Rieti non ha sfigurato. La Ternana ha gestito palla con esperienza e spesso con serenità, spedendo in porta in un paio d’occasioni Vantaggiato, ma senza esito.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 09:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print