Non sa più vincere la Ternana, che in 6 turni ha tirato fuori solo 4 punti pur ritrovando il gol dopo 5 gare, mentre il Bari si abbona ai pareggi esterni ottenendo al Liberati il quinto consecutivo. Questo 2-2 a dirla tutta non serve a nessuno, perché la Reggina scappa e i pugliesi sentono addosso Monopoli e Potenza mentre gli umbri scivolano abbandonando anche i sogni per il secondo posto. Le emozioni concentrate nella ripresa alimentano i rimpianti su entrambi i fronti perché il vantaggio dell'una e dell'altra dura poco.

LE TENSIONI. Prendono il sopravvento le tensioni nel primo tempo, con la miccia che s'accende quando Diakité al 26' sugli sviluppi di un angolo frana a terra con Scavone e l'arbitro opta per la punizione ai baresi, ammonendo Mammarella e Perrotta per reciproche scorrettezze tra i ternani furiosi che invocano il rigore. Viene fuori un parapiglia, che riprende a fine primo tempo con l'arbitro pressato anche da Gallo spintonato. Un paio di sussulti rossoverdi, con Damian chiuso da Ciofani in corner (19') e Vantaggiato che calcia di prima fuori bersaglio (34'), mentre il Bari si è fatto vedere con D'Urso (30') e Antenucci (35') bloccati da Iannarilli.

LA SVOLTA. Sono le giocate improvvise a cambiare la storia anche e il vantaggio di entrambe si consuma solo nei festeggiamenti. Un rinvio sbagliato di Russo favorisce il Bari, con la palla che arriva a Laribi per il destro dal limite destinato all'incrocio. Pugliesi euforici ma dura poco perché Vantaggiato prende la punizione che Mammarella indirizza per la testa dell'ex Sini che irrompe a fare la torre per il suo primo gol in campionato. Stessa situazione per la Ternana che rovescia tutto con il colpo di testa di Ferrante (non segnava dal 23 novembre) sull'angolo dalla destra di Mammarella e si fa subito riprendere da Simeri che si fionda sulla ribattuta di Iannarilli dopo una conclusione di Antenucci sul filo del fuorigioco per il 2-2.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Gio 27 Febbraio 2020 alle 12:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print