Gallo non può fare a meno di pensare al territorio bergamasco: «Sono molto preoccupato e sto a casa - ha detto il tecnico a Radio Cusano Campus - le ragazze non vanno a scuola da prima perché lì da noi la zona rossa è arrivata in anticipo. Bergamo è aspra come le montagne, con gente forte e di buona volontà pronta a lottare e che sicuramente riuscirà a rialzarsi». I contatti con la squadra sono quotidiani: «Stanno tutti bene, ci teniamo in contatto perché fortunatamente WhatsApp non si è contagiato. Hanno dei video con cui possono fare l'attività quotidiana. Ho un gruppo maturo che rispetta le regole cercando al contempo di restare in forma. Sarà comunque più complicato, se e quando ci sarà data la possibilità di riprendere».

Sezione: Rassegna stampa / Data: Lun 23 Marzo 2020 alle 13:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print