Un Tremolada super, Montalto e Carretta determinanti La difesa attenta e la Ternana torna a vincere

 di Redazione TernanaNews  articolo letto 1281 volte
© foto di Federico Gaetano
Un Tremolada super, Montalto e Carretta determinanti La difesa attenta e la Ternana torna a vincere

SALA 6,5 non deve praticamente mai intervenire. L’unica volta che lo fa, all’inizio del secondo tempo, sulla punizione di Benedetti, ci mette i pugni e respinge l’assalto del Cittadella che neanche in 10 aveva mollato

VITIELLO 6 partita senza sbavature, sempre attento e concentrato, quello che De Canio chiede a uno della sua esperienza. Fa sempre le cose semplici. Come si deve fare quando si è in difficoltà

GASPARETTO 6,5 grande concentrazione, soprattutto contro due attaccanti (nel primo tempo) molto vivaci come Kouame e Vido che avrebbero potuto metterlo in difficoltà con la velocità

SIGNORINI 6 vale lo stesso discorso fatto per Gasparetto, con la piccola pecca dell’ammonizione (e del fallo che ha generato la punizione dell’ultimo sussulto del Cittadella). Nota di merito: in occasione del gol del 5-1 è lui a fare da ambasciatore fra Tremolada e Montalto...

FAVALLI 6 corsia sinistra presidiata con autorevolezza e costanza. Senza grandi acuti, ma senza alcuna sbavatura. Sia in fase offensiva che in fase difensiva. Esce nel secondo tempo per consentire alla Ternana di provare diverse impostazioni tattiche
(dal 35’ st RIGIONE sv il Cittadella in 9 contro 11 non fa male. Gestisce, come la Ternana, con grande calma, la partita)

SIGNORI 7 ha il grande merito di ribaltare la partita. È vero che c’è la complicità di Alfonso, ma il suo tiro seppur non fortissimo e superpreciso. Rispolverato da De Canio si è guadagnato la riconferma sul campo
(dal 10’ st VARONE 6 entra con la partita in discesa, entra per fare minuti e per convincere De Canio che si può contare su di lui)

PAOLUCCI 6,5 nel primo tempo, quando il Cittadella aggrediva ogni portatore di palla rossoverde, la Ternana si rifugiava in lui. E lui non ha mai tradito. È importante che in questo complicatissimo finale di stagione torni ad essere il Paolucci di inizio campionato

STATELLA 6 la sua trattenuta in area di rigore è tanto evidente quanto ingenua. E rischia anche qualche minuto più tardi con un intervento al limite delle regolarità. È un generoso però, non si ferma un attimo e interpreta con diligenza anche il ruolo di mezz’ala

TREMOLADA 8 si porta a casa il pallone con tutto il suo repertorio. Rigore, gol direttamente su calcio d’angolo e giocata da biliardo in area di rigore, il tutto impreziosito da giocate deliziose. È la sua giornata, meritata. Manca soltanto una cosa: l’abbraccio (sentito) in campo con Montalto. Finché fanno 4 gol va bene anche così...

MONTALTO 7 è l’anima della Ternana, segna anche da terra, sente la porta come una calamita. È al 17esimo gol in stagione, ne meriterebbe un altro per quello che fa in campo, ma esce praticamente un assist per Tremolada. Esce giustamente fra gli applausi.
(dal 31’ st PIOVACCARI sv cerca il gol personale, non lo trova. Ma sarebbe stato infierire!)

CARRETTA 7 al di là dell’ennesimo gol divorato (a dire la verità quasi due) è il giocatore che ha dato alla Ternana, rispetto alle ultime prestazioni rossoverdi, imprevedibilità e profondità. È un’arma in più da utilizzare, soprattutto se la forma è questa.