Ternana-Avellino, le pagelle: L’attacco non gira, le fasce a singhiozzo. Palumbo il migliore, Ferrante che errore!

23.10.2019 21:01 di Ternananews Redazione   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Ternana-Avellino, le pagelle: L’attacco non gira, le fasce a singhiozzo. Palumbo il migliore, Ferrante che errore!

TOZZO sv non ha toccato un pallone per tutta la partita: non un’uscita, non un anticipo. Non ce n’è stata mai occasione né necessità. Per noi incolpevole sul gol
RUSSO 6 si disimpegna prima da terzo di destra, poi da terzino. Gli attaccanti dell’Avellino lo mettono in difficoltà soltanto in fase di impostazione
SUAGHER 6 vale lo stesso discorso fatto per Russo, una serata tranquilla, visto che l’Avellino ha deciso di giocare una partita tutta di contenimento e pressing alto
CELLI 5,5 in occasione del gol che decide la partita perde il tempo su Charpentier che colpisce di testa e decide la partita. Una gara, nel complesso, positiva. Ma quell’unica sbavatura costa la sconfitta alla Ternana
PARODI 5 corre molto, cerca di proporsi, piazza anche diversi cross (alcuni interessanti) in area di rigore avversaria. Ma commette davvero troppi errori sia in fase di impostazione che di controllo. E alla lunga Gallo lo sostituisce (dal 57’ MAMMARELLA 6,5 un altro passo, un’altra qualità. Ci mette un po’ prima di carburare poi disegna due cross in mezzo all’area – entrambi per Paghera – che non vengono concretizzati. Pericolo costante, rinuncia all’ultima punizione)
PAGHERA 6,5 sempre energico in mezzo al campo, tanta corsa, buoni tempi di inserimento. Nel secondo tempo è l’uomo più pericolo della Ternana con due ottime occasioni che non riesce a buttare dentro per un soffio. Ma non può essere l’unica arma offensiva rossoverde
PALUMBO 7 il migliore in campo della Ternana, senza dubbio. Cerca di dettare i tempi, prova (e trova) degli spazi e dei palloni in profondità che meriterebbero di essere capitalizzati meglio. Ci prova anche con qualche conclusione fuori area molto pericolosa e con una punizione che invita al miracolo Tonti, in realtà l’unica vera grande parata della partita.
SALZANO 5,5 parte molto bene, cerca il dialogo con Furlan, pare intendersi alla perfezione. Poi cala con il passare dei minuti, non trova spazio per la giocata e neanche per l’allungo (dal 74’ PARTIPILO 6 solo un quarto d’ora e ti viene il rammarico di non averlo visto prima. Piazza un paio di accelerate delle sue, tenta dribbling per la superiorità numerica. Ma la squadra non lo segue abbastanza)
FURLAN 6 una partita stranissima la sua: parte molto bene a sinistra, poi si spegne. Quando passa a destra, riaccende la sua voglia e la sua classe. Prova a disorientare gli avversari: ma è evidente che non è la sua serata. Come dimostra anche la punizione al 95esimo…
MARILUNGO 6 degli attaccanti in campo, a nostro avviso il più vivace. Due ottime occasioni nel primo tempo, due assist, sempre nella prima parte di gara. Si muove, cerca Vantaggiato. Viene sostituito per far spazio al doppio centravanti (dal 57’ FERRANTE 5 ha sulla coscienza un gol incredibilmente sbagliato. E stavolta fa più male delle altre perché al 91esimo condanna la Ternana alla sconfitta. La sua generosità non si discute, la mira sì)
VANTAGGIATO 5 un gol in fuorigioco e poco più. La carica con cui entra in campo e i primi 20 minuti lasciavano ben sperare per la serata. Purtroppo però non è incisivo: rimane in campo qualche minuto in più di Marilungo, ma non serve (dal 70’ TORROMINO 5,5 reclama più spazio, ma finora – nonostante l’esperienza e la qualità – non è riuscito a mettersi in mostra come avrebbe voluto. Delizioso l’assist di tacco per Ferrante nel finale, che viene malamente sciupato)