LE PAGELLE - Una Ternana senza acuti: bene a centrocampo, troppi errori individuali

02.02.2019 16:31 di Ternananews Redazione  articolo letto 2086 volte
LE PAGELLE - Una Ternana senza acuti: bene a centrocampo, troppi errori individuali

IANNARILLI 5,5 zero parate ma anche zero uscite. E probabilmente in occasione dell’uno a uno avrebbe potuto intervenire sul cross. Così come sul 2-1 (poi annullato). Non riesce piu a dare sicurezze come ad inizio stagione
FAZIO 5,5 forse è il suo ruolo più congeniale. Sa quando deve rimanere fermo, quando appoggiare Defendi nella corsa. Spesso l’uomo in più (e libero) della Ternana. In occasione del pari però si fa sorprendere in occasione dell’1-1
DIAKITÉ 6 sembra un muro di gomma: gli rimbalza addosso tutto, pallone e avversari. Si adatta subito al clima da battaglia, non era tempo di fioretto e tira fuori la clava
RUSSO 6 buono l’impatto con il mondo rossoverde. Efficace e in qualche caso elegante. Mette la museruola agli attaccanti avversari
DEFENDI 6,5 stantuffo sulla fascia, sempre utile. Soprattutto perché conosce i tempi di inserimento, come in occasione del gol. Il terzo della stagione! Sfiora il raddoppio con un tiro da dentro l’area
PALUMBO 6,5 il nuovo centrocampo rossoverde gira. Palumbo è l’uomo di qualità. Tenta la conclusione, sa quando accelerare, è uno dei pochi che capisce che il pallone non rotola. Meglio il lancio teso in profondità. Sembra banale, ma non lo è. Fino a che regge fisicamente la Ternana è reattiva...
PAGHERA 6 due in uno: schermo davanti alla difesa e uomo d’ordine. Spesso nella stessa persona. Quando non riesce a sdoppiarsi c’è sempre Palumbo al suo fianco. Si vede che per 6 mesi non ha potuto giocare
POBEGA 6,5 è l’uomo degli inserimenti, degli strappi, della corsa. Corre anche all’indietro per fortuna e sa fare anche gli assist. Imprescindibile (dal 68’ CASTIGLIA 6 grande volontà, prova qualche giocata, senza troppo acuti)
GIRAUDO 6 non fa certo rimpiangere Lopez. Spinta costante, buoni tempi di inserimento sia per le conclusioni in porta che per i cross (dal 62 FREDIANI 5,5 il voto non è per l’impegno, ma per la posizione che gli è stata chiesta: esterno sinistro a tutto campo, lui che preferisce giocare davanti e in attacco)
VANTAGGIATO 6 le migliori occasioni sono sui suoi piedi. Una clamorosa, al 25’, a tu per tu con Cincillà che lo ipnotizza. L’altra su punizione. Si sacrifica molto a centrocampo ma poi non è lucido sotto porta. Sicuramente in netta crescita (dal 62’ MARILUNGO 5,5 si presenta pronti via con un tacco a smarcare Defendi. Poi come al solito molti tentativi ma nessuna azione decisiva. Anche lui in ripresa, ma è evidente che ancora non sia al top)
BIFULCO 6 anche con un campo ridicolo come quello di Meda riescono a venire fuori le sue qualità: assist per l’occasione di Vantaggiato nel primo tempo, un giallo per l’avversario in occasione si un contropiede (dal 68’ NICASTRO 5,5 la Ternana cambia l’attacco ma non arriva neanche un tiro. Si vede poco. Giustificazione: quando entra il Renate viene fuori di prepotenza)