LE PAGELLE - Stavolta tradisce anche Iannarilli. In attacco non si salva nessuno, neanche la panchina

01.12.2018 19:16 di Ternananews Redazione  articolo letto 1246 volte
© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com
LE PAGELLE - Stavolta tradisce anche Iannarilli. In attacco non si salva nessuno, neanche la panchina

IANNARILLI 5,5 stavolta anche lui commette degli errori. Non si può sempre pensare che sia lui a tenere in piedi la Ternana quando gli avversari tirano in porta. Prima del gol di Giacomelli aveva rischiato moltissimo con un rilancio sbagliato… non è il caso di dargli la croce, visto che di miracoli è disseminata la sua prima parte di stagione. Ma sulla punizione dello 0-1 ci rimane la sensazione che fosse piazzato male

FAZIO 6 combatte, lotta, soffia, sbuffa. Si pianta dietro come centrale a tre quando esce Lopez per il rosso. Non è il giocatore che può cambiare le partite ma è quello che difficilmente ti abbandona in mezzo alla strada. Grinta da vendere

BERGAMELLI 6 dei difensori è sempre il più lucido. Quello che rende facili anche le cose più complicate. Anche lui in un paio di circostanze pecca di lucidità (in fase di impostazione). Ma stringe i denti fino alla fine, nonostante qualche acciacco che lo limita fortemente nel finale di partita

HRISTOV 5,5 sulla sua prestazione pesa molto l’errore che poi ha portato al fallo di Lopez e quindi alla punizione di Giacomelli. Per il resto – obiettivamente – la sua partita è stata buona. Ha dimostrato una buona reazione, una buona copertura e anche pericolosità in avanti (nel primo tempo). Può crescere (e molto) bene. Ma in questa partita hanno pesato i dettagli

LOPEZ 4,5 che fosse più nervoso rispetto al solito si era visto. Il secondo giallo è assolutamente da dimenticare, visto che il fallo, brutto, era assolutamente evitabile. Considerando che è sempre uno dei punti di forza della Ternana e che dovrebbe dare l’esempio, lasciare la Ternana in 10 a mezz’ora dalla fine è un delitto troppo grande da passare inosservato

DEFENDI 5 purtroppo il centrocampo non funziona. E purtroppo la corsa non riesce a sopperire, almeno non sempre, alle idee. Il capitano è sempre l’ultimo ad arrendersi, il primo a portare il pressing sui centrocampisti avversari. Ma l’involuzione della Ternana passa dal centrocampo… (dal 43’ st POBEGA sv entra per evitare il secondo giallo anche a Defendi. Fa in tempo a perdere un pallone pericoloso, no per essere giudicato)

CALLEGARI 5 purtroppo cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Va bene dare le responsabilità a De Canio perché è il comandante di questa squadra. Ma se poi in campo non c’è la giusta alchimia parte della colpa è anche degli interpreti. Callegari diventerà un grande giocatore, glielo auguriamo. Ma in partita ancora non abbiamo visto i numeri che fa in allenamento (dal 6’ st FREDIANI 5,5 sgomma, attacca, prende punizioni. Ma neanche lui riesce ad arrivare al tiro. Mostra più vitalità dei suoi compagni, ma la reazione non arriva lo stesso)

SALZANO 5 è l’incompiuta di questa Ternana. Forse il simbolo di questo momento poco felice, insieme a Marilungo. Dovrebbe essere uno degli elementi più importanti, per qualità ed esperienza, della squadra rossoverde. Anche oggi invece non è riuscito ad imporsi. Il gol (ormai di un mese fa) sembrava averlo sbloccato. Purtroppo non è stato così. (dal 24’ st ALTOBELLI 5,5 cambio più che dettato da esigenze tattiche, da quelle fisiche e di freschezza. Onesta per onesta, cambia poco)

FURLAN 5,5 a gran voce di popolo si chiedeva un suo utilizzo come attaccante esterno. Anche qui siamo costretti a ripetere un avverbio: purtroppo. Purtroppo non è stato così. Purtroppo Furlan non ha inciso davanti. Va detto che uno dei tiri più pericolosi è stato il suo. Va detto che un paio di cross interessanti ci sono stati. Va detto anche che con la Ternana in 10 è stato probabilmente uno dei più reattivi. Ma la produzione offensiva latita, e lui in questa categoria fa la differenza. Non stavolta

MARILUNGO 5 il bomber si è bloccato. Dopo un avvio strepitoso ormai è un mese che Guido non riesce a metterla dentro e la Ternana ne risente. Quello che sembra mancare è proprio la lucidità, il tiro in porta, quell’istinto primordiale che permetteva a Marilungo di essere al posto giusto al momento giusto. Un colpo di testa è poco…

NICASTRO 5 quando non c’è ci si chiede perché non giochi, visto il curriculum. Quando gioca ti chiedi spesso se non riesca a fare di più. L’involuzione degli attaccanti riguarda anche lui. Li guardi scritti – gli attaccanti rossoverdi -  e avresti paura di giocarci contro. Li guardi giocare e ti viene in mente che il diavolo non è così brutto come l’hanno dipinto… (dal 6’ st VANTAGGIATO 5 sembra ormai l’uomo delle situazioni disperate. Ma anche stavolta non riesce ad uscire dal suo tunnel: il gol non arriva, la giocata neppure. E di conseguenza neanche la reazione rossoverde. La rabbia che ha non riesce ad essere incanalata nei giusti binari)